RICOSTRUZIONE

L'Aquila. Lavori da 8,3mln di euro per ristrutturare palazzo Pica Alfieri

L’impresa scelta è stata l’Ati Aldo Del Beato-Cobar spa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2547

L'Aquila. Lavori da 8,3mln di euro per ristrutturare palazzo Pica Alfieri

Palazzo Pica Alfieri



L’AQUILA. Una solenne cerimonia di inaugurazione è prevista lunedi' 15 settembre, alle ore 18, per celebrare la partenza dei lavori di restauro di palazzo Pica Alfieri, ubicato in piazza dei Gesuiti a L'Aquila, devastato dal sisma del 6 aprile 2009.
L'importo dei lavori è di 8,3 milioni.  A ristrutturare il palazzo nobiliare sara' l'Ati-Del Beato e Cobar partecipata al 90% dalla societa' Aldo Del Beato & C. Srl dell'Aquila che realizzera' il 90% dei lavori.
All'inaugurazione sono stati invitati il sindaco Massimo Cialente, il governatore Luciano D'Alfonso, l'assessore alla Ricostruzione del Comune Pietro Di Stefano, il vice presidente della Regione con delega alla ricostruzione, Giovanni Lolli, la senatrice Stefania Pezzopane, Mons. Giuseppe Molinari, l'arch. Antonio Di Stefano per la sovrintendenza, il presidente dell'Ance Giovanni Frattale.
I lavori dovrebbero essere ultimati il 12/01/2017. 

Tempi di realizzazione, quindi, 850 giorni. Il palazzo, di cui si ha notizia sin dalla fine del XIII secolo, ha subito ingenti danni causa sisma alla strutture e, agli impianti e all'apparato decorativo e artistico In particolare i danni strutturali piu' importanti sono: principio di ribaltamento della facciata principale, delle mura nel cortile principale, cedimenti di volte, crollo di cassettonati al piano ultimo mentre a livello decorativo sussistono danneggiamento degli elementi decorativi, degli stucchi, degli affreschi.
Questi, in particolare i Lavori strutturali da effettuare: cerchiatura di muratura con apposizione di tiranti, tecniche di recupero di volte con la realizzazione di nuove sovrastrutture portanti, restauro e recupero delle coperture lignee etc.
«Siamo lusingati - commenta l'ing. Marco Del Beato, procuratore generale della solcieta' Aldo Del Beato & C. Srl - che i lavori da realizzare nel Palazzo Pica Alfieri, uno dei piu' importanti esempi di Barocco a L'Aquila, siano stati affidati alla nostra azienda che opera ininterrottamente dagli anni Sessanta a L'Aquila. Siamo consapevoli della difficolta' del lavoro da effettuare ma abbiamo intenzione di utilizzare tutte le nostre risorse umane e tecniche per ridonare alla nostra Citta' un simile capolavoro artistico e architettonico».

«La cosa che ci tranquillizza e' che lo staff tecnico scelto dalla committenza e' di prim'ordine», spiega ancora Del Beato, «I lavori saremo guidati dal prof. arch. Giuseppe Chiarizia, il prof. ing. Antonio Borri, l'ing. Giacomo di Marco, l'ing. Riccardo Vetturini, dal dr. Gianfranco Fabretti e sicuramente riusciremo ad ottenere ottimi risultati. Proprio per l'amore per la nostra citta' - rileva Marco Del Beato - abbiamo deciso, come facciamo per tutti i lavori a noi affidarti nel cratere, di anticipare i lavori del Palazzo Pica Alfieri e le risorse economiche necessarie senza aspettare la copertura economica statale, prevista per il 2015».
«Consapevoli dell'interesse storico e dei danni subiti all'apparato decorativo - conclude l'ingegnere - abbiamo deciso di essere affiancati, per i lavori di restauro artistico, dalla Cobar spa, che ha esperienza in lavori similari al Teatro San Carlo di Napoli, al Teatro Petruzzelli di Bari e a palazzo Barberini a Roma».
La Cobar spa non è nuova in città, infatti in Ati con la MBF di Arezzo, di Pietro Mancini, ha vinto la gara d’appalto di circa 8milioni di euro per il restauro del Teatro Comunale dell’Aquila con un ribasso consistente. 

La ditta Marco Del Beato invece segue circa 200 cantieri nella ricostruzione privata (163 nel 2011).
Nel 2011 i giornali riportarono la notizia di una inchieste per la costruzione di un capannone abusivo.
Tra i 12 indagati figuravano due assessori della giunta Cialente Ermanno Lisi (Opere Pubbliche) e Marco Fanfani (Attività produttive) ma anche Aldo del Beato, proprietario del terreno e amministratore unico della ditta esecutrice "Aldo del Beato & Company srl", Marco Del Beato direttore tecnico e direttore dei lavori della stessa ditta, Rosa Dorotea Margiassi, contitolare della ditta Del Beato, Giorgio del Beato, procuratore generale della stessa ditta, Marzia Del Beato con analoga qualifica. La ditta del Beato ha poi citato in giudizio il Comune de L’Aquila per una richiesta di risarcimento danni da 1 mln di euro.