L'INCHIESTA

Truffa con i contributi post sisma, pensionato denunciato

Ha percepito indebitamente 35 mila euro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2179

Truffa con i contributi post sisma, pensionato denunciato



L’AQUILA. Percepiva indebitamente benefici post-sisma, aquilano denunciato dai Carabinieri.
Anche a distanza di più di 5 anni dal noto sisma, continuano ininterrottamente i controlli dei carabinieri per stanare coloro che hanno goduto e continuano a godere, indebitamente, di ogni tipo di beneficio a seguito del noto sisma del 6 aprile 2009.
Ancora una volta, vengono alla luce situazioni a dir poco sconcertanti di persone che, senza il minimo senso civico, continuano a speculare sulle spalle di coloro che, di contro, con il terremoto, hanno perso veramente tutto: casa, lavoro e familiari.
La minuziosa attività investigativa svolta dai militari della Compagnia di L’Aquila ha permesso di deferire alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di L’Aquila un 70enne pensionato aquilano per il reato di truffa aggravata per indebito conseguimento di erogazioni pubbliche.
In particolare l’uomo, al fine di conseguire l’attribuzione del contributo per l’autonoma sistemazione, simulava di mantenere abituale dimora all’epoca del sisma presso l’indirizzo di propria residenza, mentre invece, stabilmente, dimorava unitamente ai familiari in altro comune del cratere. Inoltre, affittava in nero l’abitazione di residenza a studenti, senza effettuare le previste comunicazioni all’Agenzia delle Entrate. Tale dichiarazione induceva in errore il Comune che così erogava indebitamente, in suo favore, la somma complessiva di euro 35.000 circa. Nel corso degli ultimi anni sono stati decine i casi simili.