CONTI IN TASCA

Convegno Montesilvano, hotel da 800 euro per i tre relatori toscani

Ma Cilli smentisce: spesi soltanto 630 euro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4916

Convegno Montesilvano, hotel da 800 euro per i tre relatori toscani
CILLI: «ABBIAMO SPESO SOLO 630 EURO»
Ma l’assessore Paolo Cilli assicura che è stato speso meno di quanto preventivato nella delibera dirigenziale.  «I 1240 € ai quali fa riferimento la ex segretaria di Attilio Di Mattia rappresentano l’impegno di spesa, cosa ben diversa dalle spese effettivamente sostenute da questo Comune. A nessuno dei relatori è stato corrisposto alcun compenso quale contributo di partecipazione al convegno, né tantomeno sono state rimborsate loro le spese di viaggio, particolare questo non certo di poco conto. Gli unici costi effettivamente sostenuti dal Comune di Montesilvano – prosegue Cilli – sono quelli relativi al loro pernottamento in hotel, che sono stati pari a 480 €. La cena, infine, alla quale si fa riferimento ha avuto un costo di 150 €. Questo significa che è stata affrontata una spesa totale di 630 €, ossia la metà dei 1240 € preventivati. Costi, credo, perfettamente giustificabili dall’alto valore scientifico del convegno che ha trattato argomenti di grande rilievo per la salute dei cittadini di Montesilvano».
«Vogliamo ricordare alla Taresco, qualora lo avesse rimosso, che anche la Giunta Di Mattia ha sostenuto spese relative a convegni tenuti presso il Comune. Per citarne solo alcuni – conclude Cilli – rammentiamo il convegno "Bio diritti animali", che ha avuto un costo di 500 €, o quello sulle diversità culturali, che è pesato sulle casse comunali per 1500 €. E ci fermiamo qui».



MONTESILVANO. Ben 1.240 spesi dall’amministrazione pubblica per un convegno sul fiume Saline.
Decisamente troppi, sostiene Enrica Taresco ( Montesilvano che vogliamo) secondo cui quei soldi si sarebbero potuti spendere meglio.
«A partire dai semafori pericolosamente non funzionanti», analizza Taresco, «fino ad arrivare ai fondi al sociale oramai sempre più esigui, piuttosto che sperperarli per un convegno organizzato in piena estate».
Dalla determina dirigenziale 160 del 24 luglio scorso risulta che il Comune abbiamo impegnato i 1.240 euro per il vitto e l’alloggio dei relatori che sono arrivati da fuori regione, ovvero tre docenti dell’Università di Pisa, come risulta dal programma dell’evento.
In particolare l’amministrazione Maragno ha impegnato 880 euro per la sistemazione alberghiera all’Hotel Promenade e altri 360 euro per «servizio ristorazione» in un locale di Montesilvano Colle. Non è specificato in quanti abbiano mangiato.
«Siamo quasi ai livelli di Dubai», denuncia Taresco. «Maragno avrebbe potuto organizzare un evento a costo zero, se solo avesse pensato di fare una video conferenza con i docenti fuori sede, invece di farli arrivare direttamente in loco; un piccolo escamotage di gran lunga più economico per le casse comunali». Sulla cena da 360 euro l’esponente di Montesilvano che vogliamo fa notare che è «quasi l'equivalente di un contributo per il rimborso dei libri scolastici. Sono oltre modo certa che il contenimento della spesa pubblica sia fondamentale per garantire alla cittadinanza una buona gestione del patrimonio comunale, soprattutto in questo momento in cui la tassazione è particolarmente esosa. Speriamo almeno che questi docenti vengano a trascorrere le loro prossime vacanze estive a Montesilvano, così, forse, riusciremo ad ammortizzare in qualche modo la spesa di cui, noi contribuenti, ci siamo dovuti far carico».

CILLI: «ABBIAMO SPESO SOLO 630 EURO»

Ma l’assessore Paolo Cilli assicura che è stato speso meno di quanto preventivato nella delibera dirigenziale.  «I 1240 € ai quali fa riferimento la ex segretaria di Attilio Di Mattia rappresentano l’impegno di spesa, cosa ben diversa dalle spese effettivamente sostenute da questo Comune. A nessuno dei relatori è stato corrisposto alcun compenso quale contributo di partecipazione al convegno, né tantomeno sono state rimborsate loro le spese di viaggio, particolare questo non certo di poco conto. Gli unici costi effettivamente sostenuti dal Comune di Montesilvano – prosegue Cilli – sono quelli relativi al loro pernottamento in hotel, che sono stati pari a 480 €. La cena, infine, alla quale si fa riferimento ha avuto un costo di 150 €. Questo significa che è stata affrontata una spesa totale di 630 €, ossia la metà dei 1240 € preventivati. Costi, credo, perfettamente giustificabili dall’alto valore scientifico del convegno che ha trattato argomenti di grande rilievo per la salute dei cittadini di Montesilvano».«Vogliamo ricordare alla Taresco, qualora lo avesse rimosso, che anche la Giunta Di Mattia ha sostenuto spese relative a convegni tenuti presso il Comune. Per citarne solo alcuni – conclude Cilli – rammentiamo il convegno "Bio diritti animali", che ha avuto un costo di 500 €, o quello sulle diversità culturali, che è pesato sulle casse comunali per 1500 €. E ci fermiamo qui».

LE SPESE DELL’ESTATE
Sfogliando l’albo pretorio in questi giorni sono numerose le determine con l’impegno di spesa del Comune per gli eventi estivi.
Ci sono 1.000 euro per Cristiano Malgioglio, altri 600 euro ad una band che si è esibita allo stadio del Mare una settimana fa, altri 400 euro per un evento a Villa Carmine, e altri 3 mila euro per un evento musicale preceduto da una gara di freestyle che di terrà il 2 agosto al Teatro del Mare. Altri 200 euro sono stati dati al centro studi Danza per uno spettacolo che si è tenuto martedì scorso, mentre alla cover band di Biagio Antonacci, che ha suonato ieri, sono andati 1.300 euro. Costa meno la cover ben degli Stadio che si esibirà venerdì prossimo e costerà alle casse pubbliche 800 euro, mentre 300 euro la tribute band di Alanis Morisette che si esibirà lunedì prossimo.
Per la serata di liscio e balli di gruppo del 7 agosto prossimo il Comune ha impegnato invece 200 euro, 500 euro per la cover band di Lucio Dalla (venerdì 8 agosto) e 700 euro per il Summertour di lunedì 11. Lo spettacolo di danza e musica ‘Da Mozart a Farinelli’ prevede un contributo di 200 euro mentre la cover band dei Pink Floyd 500 euro. C’è poi il contributo per il concerto di Paul Young che si esibirà stasera al Teatro del Mare chiamato per sostituire il ‘celebre’ Manolo. Il prezzo versato per aggiudicarsi la star britannica dovrebbe aggirarsi sui 15 mila euro.