MAGICA SOLIDARIETA'

Lorenzo ha fatto goal, raccolti i 450 mila euro per la cura sperimentale in America

In 13 giorni la missione è stata compiuta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2830

Lorenzo ha fatto goal, raccolti i 450 mila euro per la cura sperimentale in America




LANCIANO. Il goal è stato segnato, con quasi una settimana di anticipo.
Sono stati raccolti i 450 mila euro (600 mila dollari) necessari per consentire a Lorenzo Costantini, giovane promessa del calcio malato di leucemia, di partire alla volta degli Stati Uniti per tentare una cura sperimentale.
Ieri sera la comunicazione ufficiale da parte della famiglia che ha fatto esplodere di gioia le migliaia di persone che da dieci giorni stanno seguendo questa gara di solidarietà incredibile, che ha mobilitato tutta Lanciano e che ha varcato anche i confini regionali. Giovani e meno giovani hanno organizzato decine di eventi di ogni genere per raccogliere fondi. E il passa parola sul web ha fatto la differenza.
«Ebbene sì proprio nel giorno 13 della raccolta fondi abbiamo fatto "13"», commenta una delle sostenitrici nel gruppo Facebook dedicato alla raccolta fondi che ad oggi conta oltre 27 mila sostenitori.
«Un 13 che vale più di una vittoria al totocalcio, una vittoria di tutti, la vittoria della solidarietà, del cuore, dell'amicizia vera, la vittoria del valori che Lorenzo ha fatto risvegliare in tutti noi! Non fermiamoci qui! Lorenzo e la sua famiglia avranno bisogno del nostro supporto sempre e comunque. Grazie a tutti».
Adesso non resta che partire alla volta di Philadelphia, dove il professor Carl June sperimenta una nuova terapia che ha già guarito numerosi pazienti.
La Onlus e la famiglia Costantini intanto comunica che «non volendo approfittare della infinita bontà e solidarietà dimostrata da tutti comunica che la raccolta debba ritenersi conclusa».
«Chiunque intenda ancora contribuire, per consentire alla Onlus di sostenere le spese di viaggio e di soggiorno sia della famiglia che di Lorenzo per l’intera durata della convalescenza negli Stati Uniti, può farlo liberamente, mediante versamenti bancari o paypal».
Nel caso dovessero esserci eccedenze di fondi la Onlus provvederà a devolvere l’importo ad «altra persona bisognosa di cure o in beneficenza ad altra Onlus».
«Tutte le persone che da ogni parte hanno condiviso le nostre ansie e che con grandi gesti di generosità rendono oggi possibile il viaggio di Lorenzo verso la guarigione», commentano i familiari, «costituiscono la grande famiglia della solidarietà che non si esaurirà con la nostra vicenda, che siamo convinti avrà una felice conclusione, ma continuerà ad operare nel tempo affinché nessuno sia mai lasciato solo nel momento della difficoltà. È la nostra promessa mentre abbracciamo tutti con infinita gratitudine».
Stamattina l’avvocato Donato Di Campli ha ricevuto una telefonata da Andrea Abodi, presidente della Lega di Serie B, che ha annunciato che la Lega è disposta a pagare le spese di soggiorno di Lorenzo Costantini a Philadelphia.