LA PROTESTA

Bando Kursaal, M5S: «illegittimo, tutto da rifare»

Anche l’Ordine degli Ingegneri ha espresso perplessità»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2411

Bando Kursaal, M5S: «illegittimo, tutto da rifare»




GIULIANOVA. Il 30 giugno scorso l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Teramo aveva contestato il bando d’affidamento d’incarico di servizi professionali per la ristrutturazione del Kursaal e di 18 alloggi di edilizia convenzionata e la realizzazione di un parcheggio in via Bellini.
I professionisti avevano denunciato l’illegittimità della procedura perché nel bando non viene fatto alcun riferimento alla determinazione dell’importo a base d’asta.
Qualche giorno prima i pentastellati avevano già chiesto che il bando venisse annullato e riscritto per interno con altre modalità «meno opache senza l’utilizzo sistematico dell’appalto fiduciario».
Adesso anche il Movimento 5 Stelle rinnova la richiesta di una giusta procedura da seguire per la redazione del bando. Secondo gli attivisti «ancora una volta è stato dimostrato che gli incompetenti non siamo noi, che avevamo rilevato delle criticità, ma il sindaco e la sua amministrazione, incapaci di gestire le questioni inerenti le opere pubbliche e l’urbanistica, nonché i collaboratori a cui essi si appoggiano».
Nei giorni scorsi il sindaco Francesco Mastromauro aveva contestato ai grillini di non essere sufficientemente preparati e di essere «a digiuno di leggi e disposizioni preferendo gli slogan ad una seria, e quindi faticosa, attività di ricerca e documentazione. Studino, quindi», aveva detto Mastromauro, «o si facciano consigliere meglio invece di bighellonare con le parole».
Il Movimento 5 Stelle chiede anche che «la scelta dei tecnici avvenga attraverso una gara che prenda in considerazione la qualità professionale in funzione di una offerta economica che parte da una base d’asta, come da decreto ministeriale 143/2013 e che le candidature siano valutate da una giuria esterna e indipendente da questa amministrazione, in modo da evitare qualsiasi forma di illazione relativa a clientelismi vari»

Nota_ordine Ing.30!06!14