LA STORIA

Leucemia: gara di solidarietà per aiutare Lorenzo: «450 mila euro per una cura negli Usa»

L’ex calciatore della Virtus Lanciano gioca la sua partita più importante

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4958

Leucemia: gara di solidarietà per aiutare Lorenzo: «450 mila euro per una cura negli Usa»




LANCIANO. Leucemia linfoblastica acuta di tipo B Common Philadelphia positivo.
E' la durissima diagnosi comunicata un anno fa a Lorenzo Costantini, promettente calciatore delle giovanili della Virtus Lanciano.
A maggio 2013 durante una seduta di allenamento Lorenzo si infortuna, lesione del crociato, ed è qui che svanisce il sogno di far parte della prima squadra della serie B del suo paese.
Il 14 giugno a seguito degli esami di routine pre-intervento del crociato nell’ospedale Val Vibrata di Sant’Omero, gli viene diagnosticata la leucemia.
A settembre la famiglia decide di trasferire Lorenzo a Bologna in uno dei migliori centri di Ematologia al livello nazionale. Dopo vari cicli di chemio e farmaci sperimentali il 18 marzo del 2014 l’equipe decide di effettuare il trapianto da donatore (la sorella Roberta fortunatamente compatibile al 100%), ma a distanza di neanche 2 mesi viene comunicato il totale fallimento del trapianto, la malattia è presente come prima, anzi i suoi geni hanno avuto delle mutazioni e rispondono a poche terapie e per un breve tempo.
Da allora e' iniziata un'altra partita, ben piu' importante, per il ventenne lancianese: sconfiggere la grave forma di leucemia, tra le piu' aggressive e recidive che si conoscano per cui l'unica cura rimasta da tentare è quella sperimentale di un centro di alta specializzazioni negli Stati Uniti, a Philadelphia, presso la University of Pennsylvania.
Costo della cura (metodo Car), da effettuare entro tre settimane, 600 mila dollari, 450mila euro circa. «Lorenzo ha solo una speranza, e' una corsa contro il tempo e ha bisogno dell'aiuto di tutti per avere una possibilita' - scrive in un messaggio la famiglia Costantini - occorre raggiungere questa somma in pochissimi giorni ed e' per questo che abbiamo pensato all'iniziativa 'Lorenzo facci un Goal' per raccogliere le offerte che arriveranno».
Il procuratore del giovane calciatore e' Donato Di Campli, lo stesso di Marco Verratti, il campione di Manoppello reduce da un ottimo mondiale e stella del Paris Saint Germain. 

«Stiamo aprendo con la famiglia un sito internet e una Onlus dedicati alla raccolta delle donazioni e all'organizzazione dei vari eventi cui stiamo lavorando - spiega Di Campli - alla campagna Lorenzo facci un Goal hanno gia' dato la loro adesione Marco Verratti e Salvatore Sirigu (centrocampista e portiere del Psg e della nazionale Italiana, ndr). A breve daranno una risposta anche altri giocatori della nazionale italiana, come Cerci e Darmian: l'obiettivo di tutti noi e' servire l'assist per il gol piu' importante della vita di Lorenzo».
Le donazioni al momento possono essere effettuate tramite bonifico (Iban IT34F0103077751000000319078 Monte dei Paschi di Siena intestato a 'Lorenzo facci un Goal'), oppure recandosi presso una delle filiali del Monte dei Paschi di Siena (a Lanciano in Viale Cappuccini 26) o portando direttamente l'importo al papà di Lorenzo, presso l'autofficina Pasqualino Costantini in Viale Cappuccini 1 (Tel. 0872-42020) vicino S. Chiara.

La famiglia e gli amici di Lorenzo stanno lavorando anche ad altre forme di pagamento come gli sms e il paypal. Il tam tam sui social network e' iniziato da ieri sera e il gruppo Facebook "Lorenzo facci un Goal" ha superato in poche ore i 6mila membri. Numerose le iniziative in citta' per raccogliere fondi con salvadanai pubblici, come proposto dal comitato Feste Settembre Lancianese.