OPERE PUBBLICHE

Chieti, nuovo asilo nido e appartamenti per giovani coppie

Cittadini incontrano il sindaco per conoscere dettagli del progetto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2039

Chieti, nuovo asilo nido e appartamenti per giovani coppie




CHIETI. Il sindaco Umberto Di Primio, ieri mattina ha incontrato alcuni rappresentanti del Comitato cittadino “Chieti Scalo Centro”.
Insieme al primo cittadino c’erano anche l’assessore ai Lavori Pubblici, Mario Colantonio, l’assessore alla Viabilità, Dario Marrocco, i consiglieri comunali Carla Di Biase e Marco Di Paolo.

I cittadini hanno richiesto chiarimenti in merito al progetto che prevede la demolizione dell’edificio ex Poste in Piazza Carafa e la costruzione di un edificio da adibire ad asilo nido in via Marino da Caramanico.
L’amministrazione comunale ha precisato i reali contenuti della programmazione, che prevede, oltre alla realizzazione di un asilo nido per 62 posti, la costruzione in elevazione a tale struttura, di appartamenti ad edilizia sovvenzionata per venire incontro alle esigenze delle giovani coppie.
L’adesione da parte del comune al Piano Urbano Complesso (PUC), risalente all’ottobre 2010 e che ha visto la collaborazione dell’architetto Stefano De Vito, anch’esso presente all’incontro, prevedeva, infatti, una serie di investimenti a carico del Comune in parte già ultimati, in parte in corso di ultimazione quali: la sistemazione della Via Colonnetta, la realizzazione della Delegazione comunale dello Scalo, interventi di adeguamento alle norme vigenti della Scuola Media “Mezzanotte”, interventi di adeguamento sismico della Scuola elementare di via Lanciano e la realizzazione di un asilo nido quali servizi essenziali e fondamentali per un miglioramento dello standard abitativo e del sistema di vita dell’intero quartiere.

Il Piano, premiato dalla Regione Abruzzo, consente un finanziamento destinato alla realizzazione di edilizia a canone concordato ed edilizia sovvenzionata nell’ambito dello stesso quartiere prevedendo il recupero dell’edificio ex Onmi e la sopraelevazione dell’asilo in costruzione. Il relativo finanziamento, a fondo perduto e già assegnato, è vincolato a tali realizzazioni.

«L’impegno della mia amministrazione – ha dichiarato il sindaco – sarà di lavorare fin da subito affinchè vengano attuate tutte quelle azioni utili a migliorare il sistema viario della zona allo scopo di privilegiare la pedonalizzazione e di favorire la creazione di spazi verdi nell’indotto di piazza Carafa. Ritengo, infatti, che uno dei problemi della parte bassa della città da affrontare sia quello della carenza di verde pubblico».