L'INIZIATIVA

Festa degli Gnomi dal 17 al 20 luglio a Roccaraso, Rivisondoli e Pescocostanzo

La festa è alla sua undicesima edizione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2942

Festa degli Gnomi dal 17 al 20 luglio a Roccaraso, Rivisondoli e Pescocostanzo


ABRUZZO. Si svolgerà dal 17 al 20 luglio prossimi la Festa nazionale degli gnomi, nella splendida e nuova cornice degli Altopiani maggiori d'Abruzzo.
Anche quest’anno si rinnova l’ormai tradizionale appuntamento con il mondo affascinante degli spiriti del bosco: gnomi, elfi, folletti e fate daranno vita a storie senza tempo capaci di affascinare e stupire grandi e piccini.
Dalla tarda mattinata fino a sera inoltrata, Abruzzo Tu.Cu.R., in collaborazione con la compagnia teatrale I guardiani dell’oca affiancata da molte altre provenienti da tutta Italia, con il patrocinio della Provincia del l'Aquila e dei Comuni di Roccaraso, Rivisondoli e Pescocostanzo, darà vita a spettacoli, animazioni, incontri a tema e laboratori, per bambini e famiglie, trasportando i visitatori tra le suggestioni dei meravigliosi boschi del cuore verde del Parco Nazionale della Majella.
La festa giunta alla sua undicesima edizione ha sempre riscosso negli anni un crescente successo di pubblico, che ha accolto con entusiasmo la varietà di proposte e di spettacoli che caratterizzano l’evento. Quest’anno nel folto programma numerose saranno le novità: oltre all’ormai famosa escursione nel bosco con gli gnomi, ci sarà il mercatino elfico che privilegerà gli artigiani locali e quelli colpiti dal terremoto, non mancherà la possibilità di gustare prelibatezze locali, di soggiornare nelle strutture convenzionate, di prenotare su internet gli ingressi, saranno raccontate favole, interverranno trampolieri, mangiafuoco, draghi e forse sarà possibile incontrare perfino un fauno! E alla sera non bisogna dimenticare di portare con se una lanterna per… andare a “caccia” delle creature fantastiche!

«La Festa degli gnomi è per noi», spiega Zenone Benedetto, direttore artistico e fondatore «un momento di allegria e cultura dedicato alle famiglie e al nostro meraviglioso territorio che arriva ogni anno a conclusione di un impegnativo lavoro, fatto sia nelle scuole che a teatro. I laboratori, gli spettacoli, le stagioni teatrali che curiamo, come ad esempio quella del Teatro Marrucino di Chieti o del comunale di Orsogna, divenuto per noi una seconda casa, si festeggiano qui, in questo momento. I nostri spettacoli ci portano a girare la nostra regione e l'Italia tutta e nel nostro viaggiare abbiamo la fortuna di ascoltare storie raccontate da bravissime compagnie, delle quali molte saranno qui alla festa: Ruinart di Pontassieve (Fi), Giullar Giocoso di Siena, il Ramino di Castignano (Ap), I trampolieri della notte dell'Ilex di Elice (Pe), La fratellanza dello scorpione di Penne (Pe), La compagnia Minini di Teramo, Il teatro verde di Roma, tutte pronte ad accogliere le famiglie che ci onoreranno della loro presenza».
L'impegno per una buona riuscita e le energie sono molte, pur essendo una compagnia di poche persone: da Guardiagrele, Ortona, Chieti, Pescara, Cappelle sul Tavo, Pennapiedimonte e Fossacesia.