IL FATTO

Protesta animalisti a Roma. Caporale: «aggredita una nostra attivista»

Intervengono le forze dell’ordine per riportare la calma ma non basta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1102

Protesta animalisti a Roma. Caporale: «aggredita una nostra attivista»




ROMA. Ferita una volontaria degli Animalisti Onlus l’associazione diretta dall’ex consigliere regionale abruzzese Walter Caporale.
Il fatto lo racconta proprio Caporale: sabato alle 18 gli animalisti si trovavano davanti al Pantheon insieme alle associazioni Lav – Oipa – Istinto Animale per protestare pacificamente contro l’uso delle botticelle, le carrozzelle trainate dai cavalli, tipiche della città di Roma.

«Improvvisamente una donna – forse moglie di qualche guidatore delle botticelle – ha aggredito i manifestanti con estrema violenza strappando gli striscioni e insultando i presenti», racconta Caporale. «A nulla sono serviti i tentativi di calmarla; la situazione è degenerata e una volontaria è stata presa a calci e ferita. In poco tempo la piazza si è riempita di grida e di confusione. Una delle volontarie dell’Associazione Animalisti Italiani Onlus ha riconosciuto la donna responsabile dell’aggressione, e nel tentativo di segnalarla alle forze dell’ordine è stata incredibilmente fermata a sua volta e le sono stati richiesti i documenti dai Vigili Urbani».
Il presidente degli animalisti va avanti: «il tentativo di segnalare la donna ha provocato una reazione violenta nei “botticellari” che hanno cercato di raggiungerla con intenzioni poco pacifiche. I cori e gli insulti contro gli animalisti sono poi continuati per diverse ore nonostante la presenza delle forze dell’ordine. Denunciamo ancora una volta il comportamento violento, le aggressioni dei botticellari. Riteniamo grave e scorretto il comportamento dei due Vigili Urbani presenti che non hanno denunciato la familiare dei botticellari responsabile di aver strappato lo striscione e di aver aggredito con violenti calci una volontaria. La violenza nei confronti dei cavalli da parte dei botticellari è la stessa violenza che questi individui usano contro le persone».
Caporale rivolge un invito al sindaco Ignazio Marino: «caccia come il sindaco di New York, che ha annunciato la riconversione delle 200 botticelle con cavalli. Sono anni che noi chiediamo di tutelare il lavoro dei botticellari, ma sostituendo i cavalli con delle carrozze elettriche. Ora e subito».