IL FATTO

Elezioni Montazzoli, è sfida tra fratelli

L’ex sindaco De Fanis fuori per i guai giudiziari

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3350

Elezioni Montazzoli, è sfida tra fratelli

Il municipio



MONTAZZOLI. Sfida tutta in famiglia a Montezzoli che domenica prossima dovrà rinnovare il Consiglio comunale: comunque vada il risultato il paese sarà amministrato da un componente della famiglia Novello, questo è certo.
Nel comune dell’entroterra chietino, mille anime in tutto, aria fine, cibo buono, bellissimi monti tutt'attorno sono due le liste in corsa e a contendersi la poltrona di sindaco sono due fratelli, Felice e Simone.
I due sono a capo delle due uniche cordate in una ‘lotta fratricida’. Nessun altro cittadino si è messo in mezzo o ha pensato di ricoprire il ruolo di ‘terzo incomodo’. L’atmosfera è di quelle pacate e lontana anni luce dagli scontri politici che vive da settimane la regione.
Un esterno in realtà probabilmente si sarebbe voluto candidare volentieri: è l’ex assessore regionale Luigi De Fanis, (ex sindaco di Montazzoli) arrestato nei mesi scorsi nell’ambito dell’inchiesta ‘Il Vate’. E’ accusato di aver chiesto mazzette in cambio di finanziamenti alla cultura. Lui nega ogni addebito, si è dimesso immediatamente dalla giunta regionale e oggi ha la compiacenza di stare fuori dall’agone politico. La volontà di tornare in pista c’era, lo ha ammesso proprio lui qualche settimana fa su Rai 1, ospite di Massimo Giletti, in collegamento dalla sua Montazzoli. «Se non avessi l’obbligo di dimora mi ricandiderei», aveva detto. «E la gente mi voterebbe», aveva pronosticato. 

Felice Novello è già stato sindaco di Montazzoli per due legislature, non potendosi ripresentare per la terza consecutiva, nelle scorse elezioni ha lasciato campo libero all'attuale uscente sindaco Ercole Del Negro, che ha deciso di defilarsi in questa tornata.
Nelle liste stesse, come è probabilmente scontato in un paese così piccolo, ci sono vari parenti che però hanno preso strade diverse. Come ad esempio i fratelli Carapello: Antonio ha scelto la lista di Simone, mentre Mario (già assessore) sta con Felice. Si sono divisi anche padre e figlio: Attanasio Caruso ha scelto Felice, il figlio Valerio ha optato per Simone. Strade diverse anche per due cugini: Piera Sangiuliano sta in lista con Simone e Michele Racciatti con Felice.
Quest’ultimo pare il favorito, nella sua lista tre ex assessori e un ex consigliere comunale, mentre gli altri sono alla prima prova. Chi la spunterà? Comunque andrà a finire in casa Novello lunedì sera sarà festa.