BANCHE

Crisi: delibera Comune Castel di Sangro condanna comportamento banche

«Squilibrio tra raccolta risparmio e investimenti sul territorio»

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

4385

Crisi: delibera Comune Castel di Sangro condanna comportamento banche




banche, castel di sangro, crisi economica, economia, consiglio comunale, delibera, angelo caruso
CASTEL DI SANGRO. Nella seduta del Consiglio comunale di Castel di Sangro riunito in seduta straordinaria, su proposta del vice sindaco, Angelo Caruso, e' stata votata all'unanimita' la delibera di condanna del comportamento delle banche contestando in particolar modo lo squilibrio tra la raccolta del risparmio e la esigua quantita' di investimenti operati sul territorio altosangrino.
«Si tratta di una iniziativa che non ha precedenti in Italia, poiche' non si e' a conoscenza che altre municipalita' abbiano mai assunto un provvedimento contro la politica delle banche che operano sul territorio», ha spiegato il vice sindaco Caruso.
In sintesi il Consiglio comunale altosangrino, ha esortato gli istituti bancari a una maggiore sensibilita' sulla particolare difficolta' per l'economia, sollecitando nel contempo ad implementare le risorse derivanti dai risparmi delle popolazioni dell'area, nonche' a favorire un maggior periodo di moratoria verso le situazioni di passivita' degli operatori economici e dei cittadini in generale. Un messaggio di particolare rilievo che il Consiglio ha voluto lanciare e' stato quello di esortare gli istituti alla costituzione di un organismo per lo studio e la ricerca delle nuove tendenze del mondo del lavoro e per la riconversione delle professioni in via di decadimento, favorendo in tal modo le buone pratiche dei singoli operatori ed altresi' avviando lo sviluppo di una cultura volta a finanziare nuove attivita' nell area dell'Alto Sangro.
Da ultimo, il consesso civico ha «biasimato l' atteggiamento restrittivo delle banche verso il sostegno alle iniziative sociali della citta' e del territorio».
Alla Regione Abruzzo e' stato invece rivolto un invito a sviluppare progetti sulla promozione del credito agli operatori economici della citta' e del territorio d'intesa con gli istituti Confidi, favorendo una rapida concessione della linea di credito.