IL FATTO

Scrutatori, il sindaco Di Primio li recluta su Facebook

200 candidati, scelti in 20

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3217

Scrutatori, il sindaco Di Primio li recluta su Facebook


CHIETI. Mai come quest’anno c’è stato tanto fermento intorno alle nomine degli scrutatori. Non tanto per i nomi da scegliere ma perché da più parti sono nate iniziative per evitare la cara e vecchia ‘segnalazione’ o raccomandazione che dir si voglia. C’è chi si è affidato al sorteggio e chi ai social network.
Come il sindaco di Chieti Umberto Di Primio che ha segnalato alla commissione elettorale comunale scrutatori scelti tra i disoccupati.
La selezione è avvenuta tramite Facebook e Twitter dove il primo cittadino nei giorni scorsi aveva scritto un annuncio: «Chiedo a chi è interessato, di inviarmi in privato su Facebook, entro mercoledì 30 aprile, nome e data di nascita».
Ieri mattina alle ore 9.00, nel suo ufficio, alla presenza dei cittadini, dei dipendenti comunali e di alcuni consiglieri comunali, Di Primio ha effettuato un sorteggio per individuare, tra le disponibilità offertegli, i nominativi da consegnare alla Commissione Elettorale Comunale per il ruolo di scrutatori.

«Viste le tante richieste dei concittadini (oltre duecento) arrivatemi a seguito del mio annuncio pubblicato sui social network– ha dichiarato il sindaco –ho proceduto ad un sorteggio pubblico (le estrazioni sono state effettuate da tre cittadini che hanno fatto richiesta di ricoprire il ruolo di scrutatori), attraverso il quale sono state nominate venti persone, che si sono dichiarate disoccupate, i cui nominativi sono stati consegnati alla Commissione Elettorale Comunale».

Nel corso del sorteggio sono stati estratti anche alcuni nominativi che all’atto della verifica non sono risultati essere iscritti all’Albo degli Scrutatori e per questo depennati dalla candidatura.

«A differenza di altri politici che hanno fatto soltanto demagogia – ha concluso il sindaco – il sottoscritto ha proceduto con uno strumento trasparente e democratico quale è il sorteggio ma soprattutto tenendo conto di un criterio distintivo, quello della disoccupazione, che mi è sembrato doveroso adottare in un momento di crisi occupazionale come quello che sta attraversando il nostro Paese». 
Soddisfatti gli ‘amici virtuali’ e agli scettici il sindaco replica: «è stato fatto tutto con trasparenza e cristallinita' e questo lo possono confermare le signore presenti che hanno sorteggiato».

 

A TERAMO
A Teramo la Commissione Elettorale Comunale ha effettuato un sorteggio con un apposito software.
L’applicativo  automaticamente e casualmente ha formato un primo elenco composto da 324 scrutatori effettivi ed ha poi elaborato un secondo elenco, composto da altrettanti sostituti. Chiunque sorteggiato dovesse rinunciare alla nomina, per gravi impedimenti, dovrà darne immediata comunicazione all’ufficio elettorale entro e non oltre 48 ore dalla data di notifica per evitare l’applicazione delle sanzioni previste dalla normativa. I due elenchi sono pubblicati sul sito del comune.
A TERAMO

 

A Teramo la Commissione Elettorale Comunale ha effettuato un sorteggio con un apposito software.L’applicativo  automaticamente e casualmente ha formato un primo elenco composto da 324 scrutatori effettivi ed ha poi elaborato un secondo elenco, composto da altrettanti sostituti. Chiunque sorteggiato dovesse rinunciare alla nomina, per gravi impedimenti, dovrà darne immediata comunicazione all’ufficio elettorale entro e non oltre 48 ore dalla data di notifica per evitare l’applicazione delle sanzioni previste dalla normativa. I due elenchi sono pubblicati sul sito del comune.