L'INIZIATIVA

Pescara. Buche, discariche e illuminazione guasta: ora le segnalazioni si fanno on line

Sul sito del Comune possibile denunciare piccoli e grandi problemi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3882

Pescara. Buche, discariche e illuminazione guasta: ora le segnalazioni si fanno on line




PESCARA. Basta un clic sul sito istituzionale del Comune di Pescara per andare sul link ‘segnalazioni on line’, e compilando un semplice form sarà possibile inoltrare agli uffici qualunque notizia circa la presenza di buche, strade dissestate, lampioni della pubblica illuminazione guasti o spenti, e cassonetti dei rifiuti non svuotati. La segnalazione verrà inoltrata in tempo reale a un funzionario e il cittadino ne conoscerà nome, cognome, qualifica e numero di telefono, in modo da poter seguire ed essere sempre aggiornato sull’iter della propria segnalazione, ricevendo una mail nel momento in cui il disservizio viene risolto. E’ il nuovo servizio attivato a partire da ieri dall’amministrazione comunale per una Pescara.
«Il nuovo servizio – ha detto il sindaco Albore Mascia - è nato proprio dalla volontà di responsabilizzare l’utente, di renderlo consapevole del fatto che la città è anche sua, gli appartiene, e in quanto tale deve sentirla come suo patrimonio, e ha la possibilità, oltre che il dovere, di custodirla come il buon padre di famiglia, esattamente come se si trattasse della sua casa. Spesso incontriamo o ci telefonano in segreteria cittadini che si lamentano magari perché un cassonetto dei rifiuti non è stato vuotato, o magari perché sotto casa si è improvvisamente aperta una buca. Molto più spesso sentiamo tali doglianze al bar, o al supermercato, con l’utente che genericamente si lamenta, senza sapere, forse, che Pescara è una città di 130mila abitanti, con oltre 800 strade da gestire, 21mila 500 punti luce, e migliaia di cassonetti distribuiti sul territorio, una città sulla quale i nostri uffici effettuano comunque un monitoraggio costante, ma inevitabilmente un dettaglio può sfuggire».
Il cittadino dovrà solo compilare un modulo con i propri dati, e descrivere il disservizio o il problema da segnalare, con la possibilità anche di caricare una foto in modo da rendere più evidente la problematica denunciata. 

«Quando l’Ufficio Ced mi ha proposto di attivare tale servizio», ha spiegato il sindaco, «ho aderito subito con entusiasmo, perché sono consapevole e certo della professionalità dei nostri dipendenti comunali, ma anche perché tale servizio è sicuramente uno strumento utile per coinvolgere i cittadini nella gestione della cosa pubblica. Tutti dovranno sentirsi responsabili e ‘amministratori’ della nostra città, tutti siamo chiamati a custodirla, proteggerla e tutelarla dagli atti vandalici o da qualunque altro genere di problema».
Se il cittadino clicca, ad esempio, sul link della manutenzione, sceglie il campo di interesse, ad esempio la segnaletica stradale o un dissesto, riporta una descrizione del disagio, allegando una foto, se ne è in possesso, quindi può inserire, facoltativamente, i propri dati, quindi nome, cognome, e numero di telefono: disponendo del suo numero, gli uffici gli inoltreranno un messaggio telefonico non appena la sua segnalazione sarà stata evasa. Stessa procedura per le segnalazioni inerenti guasti agli impianti elettrici o nel settore dei rifiuti e in ogni caso l’utente conoscerà sempre il nome del tecnico di riferimento che dovrà dare seguito alla pratica. «Teniamo conto che il Comune, per la realizzazione del servizio, ha sfruttato una licenza Open source tutto gratuito», hanno sottolineato da Palazzo di Città.