RICOSTRUZIONE?

Hello L’Aquila, ecco la città terremotata a 5 anni dal sisma

Un progetto virtuale per riscoprire il capoluogo

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

6127

Hello L’Aquila, ecco la città terremotata a 5 anni dal sisma

http://www.hellolaquila.it/press/media/immagini/hellolaquila_Duomo.jpg





L’AQUILA. Sta per approdare sul Web “Hello L’Aquila” www.hellolaquila.it, un tour virtuale interattivo dell’Aquila come si presenta oggi, a 5 anni dal sisma del 6 aprile 2009.
Dal prossimo 29 marzo, sarà come “passeggiare” attraverso le strade e le piazze, e addirittura all’interno di alcuni edifici del centro storico. In tre mesi, con innumerevoli incursioni nelle vie aquilane, sono state scattate migliaia di fotografie, che sono diventate le oltre 400 foto panoramiche a 360°. Le immagini sono state georeferenziate e caricate sulle mappe di Google, approvate dal team di Google Maps e collegate tra loro in modo da creare un’unica grande rete
nella quale le possibilità di muoversi liberamente sono praticamente infinite.
Il tour virtuale è disponibile su PC, smartphone e tablet utilizzando i comuni browser web; inoltre lo potrete trovare in Google Maps.
Le foto presenti in Google StreetView sono state scattate nell’agosto del 2008 e l’unico aggiornamento post-sisma (riguardante solo piazza Duomo e un breve tratto di corso Vittorio Emanuele) risale al maggio 2011. Ora, invece, è possibile visitare virtualmente tutto il centro
cittadino allo stato attuale. Si cercherà, in seguito a nuovi interventi di ricostruzione, di sostituire le foto divenute inattuali. Il progetto ha preso forma da un’idea di Graziano Di Crescenzo, il quale, coinvolgendo alcuni amici, ha dato vita al team di Hello L’Aquila, con l’obiettivo di realizzare
un tour virtuale, con immagini spettacolari e attuali. Parte determinante del progetto sono, infatti, le migliaia di foto che Di Crescenzo ha scattato sul campo e la successiva post produzione per rendere le immagini sferiche e creare le connessioni tra una foto e l’altra. Tutto ciò ha permesso
di trasformare delle semplici fotografie in un coinvolgente tour virtuale nel centro della città.
Matteo Faraone e Barnaby Gunning si sono occupati principalmente della pagina web e dell’interfaccia utente, cercando di rendere la visita al sito un’esperienza piacevole.
Massimo Prosperococco ha curato invece i rapporti con i media e le istituzioni, dedicandosi anche all’aspetto social del progetto, oltre ad essere il collante del team, che lavora tra L’Aquila, Teramo, l’Inghilterra e la Germania.