VERSO IL VOTO

Elezioni Abruzzo, Centrodestra verso l’ufficializzazione di Chiodi e Mascia

Ncd e Pescara Futura verso la rottura

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2601

Elezioni Abruzzo, Centrodestra verso l’ufficializzazione di Chiodi e Mascia




PESCARA. «La forza di una coalizione sta nella sua unità. Quindi nessuno, alla fine, si prenderà la responsabilità di dividere una coalizione che è stata vincente e potrebbe continuare ad esserlo. Confido nel buon senso e nel senso di responsabilità di tutti i nostri partner».
Lo ha detto questa mattina il coordinatore regionale di Forza Italia, Nazario Pagano, nel corso di una conferenza stampa per presentare la manifestazione del partito in programma domani, alle 18, al cinema Massimo di Pescara. In quella occasione dovrebbe esserci anche una telefonata di Silvio Berlusconi che ufficializzerà la conferma di Gianni Chiodi, candidato presidente.
O forse bisognerà aspettare ancora qualche giorno. Ma di sicuro Chiodi sarà riconfermato: «ho tutto l'interesse a rendere definita, consolidata e nota a tutti», ha spiegato Pagano, «nel più breve tempo possibile e mi auguro di farlo già entro la fine di questa settimana».
Sempre sulla riconferma di Chiodi, ha aggiunto «per noi non ci sono problemi, ne' mi sembra che gli alleati di Forza Italia ne abbiano posto». Il sigillo alla candidatura di Chiodi dovrebbe arrivare venerdi' mattina nel corso di un nuovo incontro a Roma, per definire il quadro delle varie candidature in Abruzzo «mi auguro che si chiuda la partita Abruzzo. Chiodi non e' stato messo in discussione da nessuno. Teramo non e' messo in discussione e a Montesilvano non dovremmo avere grossi problemi».

IN COMUNE
L'unico vero scoglio che in questo momento il partito deve fronteggiare è il Comune di Pescara. Pagano sostiene che Guerino Testa (Ncd) «è una figura prestigiosa», ma «a Pescara abbiamo un sindaco uscente», Luigi Albore Mascia (Fi) che il partito vuole ricandidare, per cui «non comprendiamo le ragioni per le quali il nostro candidato dovrebbe fare un passo indietro».
C'è poi l'assessore regionale Carlo Masci (Pescara futura) che «ha proposto la sua prestigiosa candidatura» per cui ci sono «tre candidati nel centrodestra, uno dei quali - ha ribadito - è il sindaco uscente, che ovviamente, sta un passo avanti. Il problema è di natura politica», ha aggiunto Pagano, «al di là delle aspirazioni dei singoli, non si può superare il dato del sindaco di Pescara se egli stesso non ritira la propria candidatura. Siccome non intende farlo, noi pensiamo che dobbiamo stringerci attorno a lui e chiudere la partita».
Venerdì mattina si terrà a Roma un tavolo sul caso Abruzzo, che riguarda anche la città di Pescara . «Mi auguro che in quella circostanza», ha detto Pagano, «con senso di responsabilità, si definisca il candidato unico, perchè l'importante per me è mantenere unita la colazione».
Relativamente alla scelta del candidato sindaco di Montesilvano, ha detto che non c'è tempo per fare le primarie e che sarà definito entro pochi giorni «non è ancora stato scelto, però siamo a buon punto nel senso che si sta discutendo. Non c'è nessuno che dice se non sono io mi candido comunque, come è successo a Pescara. C'è buon senso da parte di tutti».

PESCARA FUTURA DECIDERA’ LUNEDI’
Intanto Pescara Futura annuncia che deciderà lunedì il suo candidato sindaco
«Ad oggi sembra non esserci alcuna possibilità di confermare l'attuale coalizione con il candidato sindaco uscente», si legge in una nota del partito, « di individuarne un altro attraverso un percorso unitario ed oggettivo che faccia emergere la figura più idonea per rappresentare Pescara. A nostro avviso la scelta del candidato sindaco non può essere rimessa a decisioni che scavalcano totalmente la volontà del territorio».
Di fronte alla situazione di stallo Pescara Futura decide di partecipare alla competizione elettorale pescarese con il proprio candidato sindaco, «che individuerà in una riunione di amici e simpatizzanti del movimento fissata per lunedì prossimo. Il candidato lavorerà per unire attorno a se' le forze politiche, la società civile, il mondo del volontariato, dell'impresa e tutti coloro che amano Pescara».
Il partito si dice comunque disponibile «a trovare una sintesi unitaria sul sindaco uscente o su elementi oggettivi per l'individuazione di un candidato alternativo di tutta la coalizione».
PESCARA FUTURA DECIDERA’ LUNEDI’

Intanto Pescara Futura annuncia che deciderà lunedì il suo candidato sindaco«Ad oggi sembra non esserci alcuna possibilità di confermare l'attuale coalizione con il candidato sindaco uscente», si legge in una nota del partito, « di individuarne un altro attraverso un percorso unitario ed oggettivo che faccia emergere la figura più idonea per rappresentare Pescara. A nostro avviso la scelta del candidato sindaco non può essere rimessa a decisioni che scavalcano totalmente la volontà del territorio».Di fronte alla situazione di stallo Pescara Futura decide di partecipare alla competizione elettorale pescarese con il proprio candidato sindaco, «che individuerà in una riunione di amici e simpatizzanti del movimento fissata per lunedì prossimo. Il candidato lavorerà per unire attorno a se' le forze politiche, la società civile, il mondo del volontariato, dell'impresa e tutti coloro che amano Pescara».Il partito si dice comunque disponibile «a trovare una sintesi unitaria sul sindaco uscente o su elementi oggettivi per l'individuazione di un candidato alternativo di tutta la coalizione».

Ieri a Roma il Nuovo centrodestra ha dato la disponibilità ad appoggiare i candidati di Forza Italia e degli partiti della coalizione nelle restanti città d'Abruzzo e in Regione se a Pescara il candidato sarà Guerino Testa, presidente uscente della Provincia di Pescara.
«Dal presidente Schifani – ha spiegato Chiavaroli - sono arrivati i complimenti alla classe dirigente abruzzese del Nuovo centrodestra che ha tutte le carte in regola, ci ha detto, per essere il riferimento politico del centrodestra in Abruzzo. Si è parlato anche di elezioni europee e i rappresentanti nazionali del Ncd hanno chiesto all'Abruzzo di «individuare un candidato forte»: in tal senso è stata assicurata «la massima disponibilità ad elaborare un ventaglio di proposte». Proprio in questi giorni l'Abruzzo sarà protagonista di un appuntamento di livello nazionale per il Nuovo centrodestra, con la scuola di formazione sull'Europa che si terrà venerdì e sabato a Rivisondoli. Saranno presenti nomi di spicco, tra cui Angelino Alfano, Maurizio Lupi, Gaetano Quagliariello e Maurizio Sacconi.