LA QUERELLE

Vasto. Impianti sportivi Salesiani, Del Prete: «la maggioranza ha fatto e disfatto tutto da sola»

Rinvio tecnico e tutto rinviato al prossimo Consiglio comunale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2185

Vasto. Impianti sportivi Salesiani, Del Prete: «la maggioranza ha fatto e disfatto tutto da sola»




VASTO. La maggioranza di centrosinistra smentisce i presunti dissidi interni relativi alla cessione degli impianti sportivi da parte dei Salesiani Don Bosco in favore della città.
Il rinvio tecnico del punto all’ordine del giorno nell’ultimo Consiglio comunale, si legge in una nota del portavoce del sindaco, «si è reso necessario al solo fine di far conoscere all’assemblea, dopo l’ultimo incontro del sindaco con il Credito sportivo, la durata del mutuo e gli importi annuali delle rate».
Alcuni consiglieri di opposizione (Sigismondi, ndr), spiega ancora l’amministrazione cittadina, hanno chiesto il rinvio che ha trovato l’accordo del sindaco e della maggioranza.
«L’operazione consentirà di mantenere un grande complesso sportivo a disposizione della collettività vastese ed eviterà speculazioni, in una fattiva collaborazione tra il Comune e i Salesiani Don Bosco, da anni impegnati nella nostra città in una meritoria azione educativa verso i nostri giovani». L’Opera Salesiani, infatti, non riesce a fronteggiare il mutuo per la realizzazione del campo di calcio e la palestra e chiede all’amministrazione pubblica di subentrare (acquisendone la proprietà) nel pagamento residuo di 1 milione di euro.

DEL PRETE: «NON CI FACCIAMO INFINOCCHIARE»
«Ma cosa credete, che ci facciamo infinocchiare da chi amministra in maniera confusionaria ed approssimativa?», tuona il consigliere comunale Nicola Del Prete. «Nel caso dell'acquisto degli impianti sportivi dei Salesiani, il centrosinistra vastese ha fatto e disfatto da solo. Il sindaco ha illustrato la proposta, poi il Presidente del Consiglio, consapevole che i socialisti presenti della sua maggioranza si sarebbero astenuti, ha chiesto il rinvio del punto all'ordine del giorno, cosa che peraltro non avrebbe potuto fare, visto che la richiesta di ritiro di un punto all'ordine del giorno è di esclusiva competenza del sindaco».
Per Del Preete, dunque, non reggerebbe il rinvio "tecnico".
«E’ un'altra menzogna delle menzogne», insiste il consigliere comunale, «semplicemente perché, come lo stesso centrosinistra scrive nel suo comunicato stampa l’amministrazione ed i Salesiani da oltre cinque mesi hanno segnalato al Sindaco la necessità dell’intervento pubblico finalizzato a continuare un percorso iniziato da loro dal 1966 per il bene della nostra comunità. Allora bisogna essere proprio duri di comprendonio, se dopo 5 mesi di approfondimenti, di lettere e contatti con i Salesiani ed il Credito sportivo, il centrosinistra porta il provvedimento in Consiglio per poi ritirarlo. La smettessero Forte e compagni di scaricare addosso ad altri le loro responsabilità. E’ vero», continua Del Prete, «che Sigismondi ha chiesto il rinvio che ha trovato l’accordo del Sindaco e della maggioranza ma solo dopo che il presidente Forte aveva chiesto il rinvio dell'argomento per poter partecipare ad un funerale».

«OPERAZIONE VANTAGIOSISSIMA PER LA CITTA’»

«La proposta fatta dai Salesiani di Don Bosco ha un significato  molto alto», commenta Giuseppe Forte. «Quegli impianti, hanno sostenuto i Salesiani, sono stati realizzati grazie al contributo dato dai cittadini di Vasto. Pertanto è giusto che quegli impianti restino a disposizione dei giovani della Città. Adesso a fronte di un valore immobiliare stimato in circa 4 milioni di euro, il Comune di Vasto, accollandosi un mutuo di poco superiore ad un milione di euro, andrebbe ad incrementare il proprio patrimonio in maniera considerevole. Mutuo rinegoziabile con il Credito Sportivo per un alleggerimento della quota  annuale da rimborsare».  Forte parla di «bassa speculazione politica fatta da qualcuno» e che «va rispedita al mittente con decisione e fermezza».