SPESE IN COMUNE

Montesilvano, riconfermato incarico al capo di gabinetto da 200 mila euro

Rc: «mentre si chiedono sacrifici ai cittadini Di Mattia spende»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3790

COMUNE MONTESILVANO




MONTESILVANO. Il sindaco di Montesilvano, Attilio Di Mattia, ha riconfermato il capo di gabinetto, Carmine D’Andreamatteo.
Si tratta di un incarico esterno e fiduciario del primo cittadino. Il Comune ha impegnato per le annualità 2014 e 2015 quasi 200.000 euro. D’Andreamatteo è stato assessore e sindaco a Montesilvano, assessore regionale al Commercio tra il 1990 e il 1995 e braccio destro dell’ex presidente della Provincia di Pescara Pino De Dominicis.
L’incarico, come detto, è fiduciario e la scadenza massima coincide con la fine del mandato del sindaco, prevista per la primavera del 2017. La durata, comunque, si legge nei documenti, «è strettamente correlata al raggiungimento annuale degli obiettivi gestionali e strategici stabiliti dall’amministrazione».
D’Andreamatteo continuerà dunque a svolgere compiti di supporto alle attività del sindaco: funzioni di coordinamento dei Settori della struttura nella individuazione ed attuazione dei progetti speciali e cura della comunicazione e delle relazioni esterne dell'Ente, compiti di rappresentanza istituzionale.
L’incarico prevede uno stipendio tabellare lordo di 3.331,61 euro (per 13 mesi sono 43.310 euro) più una retribuzione di posizione di 2.491 euro (per 13 sono 32.393 euro).
A marzo scorso questo incarico era stato contestato dal Movimento 5 Stelle che aveva definito lo staff del sindaco dispendioso come quello del presidente americano Barack Obama.

Adesso a protestare per la riconferma è Corrado di Sante: «i politicanti a stipendio pieno a spese dei cittadini proprio mentre si chiedono continui sacrifici ai montesilvanesi », protesta l’esponente di Rifondazione-Verdi. «Perché c’è necessità di aggiungere una nuova imposta, se non per reperire ulteriori risorse?», commenta Di Sante riferendosi alla tassa di soggiorno a cui il Comune ha detto sì nonostante l’opposizione delle associazioni di categoria.
Ma di Sante punta il dito anche contro un’altra spesa comunale, quella per un portale turistico della città: « mentre ad ogni pioggia la riviera a sud di Via Marinelli si allaga perché questa amministrazione non riesce neppure a pulire i tombini, si spendono 5.756 euro per la realizzazione di un nuovo sito».
Rc sostiene la necessità di un bilancio partecipativo, «come pratica e strumento per restituire protagonismo ai cittadini, tagliare gli sprechi senza ridurre o esternalizzare i servizi, sempre più essenziali con l’avanzare della crisi. La spending review facciamola dal basso. Il contrario di quello che il sindaco Di Mattia, l’assessore Fidanza e il PD hanno fatto finora».

Atto Nro 2445 Del 23-12-2013 Montesilvano Turismo

Atto Nro 83 Del 31-01-2014 d'Andreamatteo