RIFIUTI E DEBITI

Cirsu, via libera alla scissione e alla… Nuova Era spa

C’è anche un accordo ed un piano per la ristrutturazione dei debiti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3871

Cirsu, via libera alla scissione e alla… Nuova Era spa




MOSCIANO SANT’ANGELO. Il consiglio comunale di Mosciano Sant’Angelo ha approvato la proposta di scissione parziale di Cirsu mediante assegnazione degli elementi patrimoniali del cd. ramo “continuità“ (polo tecnologico, vecchia discarica e altri elementi) alla società beneficiaria di nuova costituzione “Nuova Era Spa”. L’assemblea civica ha anche autorizzato, all’esito dell’accordo di ristrutturazione dei debiti da parte del tribunale e al momento della scissione parziale proporzionale, la messa in liquidazione di Cirsu Spa in conformità al piano di ristrutturazione.
Ora spetterà al Cirsu stesso dare seguito alle indicazioni del Comune che insieme ai Comuni di Bellante, Giulianova,  Morro D’Oro, Notaresco e Roseto degli Abruzzi, sono soci paritari.
  Il 10 settembre scorso l’Assemblea dei soci Cirsu aveva deliberato la richiesta di  concordato preventivo con continuità aziendale, per assicurare la valorizzazione e protezione del patrimonio sociale. A giugno, il tribunale di Teramo Ufficio Fallimentare aveva disposto l’ammissibilità della presentazione della domanda di concordato preventivo e ad agosto era stato delineato il piano di risanamento finanziario che consisteva nella scissione parziale e proporzionale di ramo d’azienda di Cirsu (AIA relativa alla discarica di Grasciano e alla piattaforma) e costituzione di una nuova Società (New Company); ancora, nell’affitto dei restanti assets aziendali (in particolare AIA relativa alla nuova discarica) da parte di Cirsu a favore della New Company, così da creare idonei flussi finanziari (canone di affitto) capaci di garantire il progressivo ripiano dei debiti della società scissa. 

Al termine del piano di rientro, poi, si sarebbe dovuto procedere alla vendita dei valori materiali e immateriali a utilità pluriennale facenti capo al Cirsu alla New Company, con accordo di ristrutturazione dei debiti e messa in liquidazione dello stesso Cirsu con affidamento della gestione del piano di rientro sul debito in capo al liquidatore, fino alla totale estinzione delle passività secondo il programma approvato dal giudice.
Il progetto di scissione parziale proporzionale, dunque, oggi prospetta una riorganizzazione societaria tramite l’operazione di scissione che separa il ramo aziendale di “continuità” finalizzato alla valorizzazione del patrimonio pubblico, dal ramo aziendale “ristrutturazione”.
In base al progetto di scissione, il capitale sociale di Nuova Era Spa sarà pari ad euro 164.400,00 e sarà costituito da azioni del valore nominale di euro 100,00, suddivise tra i soci Cirsu in proporzione alle rispettive partecipazioni al capitale. Ogni frazione del capitale sociale è divisa tra i sei Comuni soci (16,66%) ed ammonta a 274 azioni per un totale di 27.400 euro.