IN COMUNE

Vasto, il sindaco Lapenna cerca un portavoce. Desiati protesta

«Il Comune ha già un giornalista»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1859

Luciano Lapenna

Luciano Lapenna




VASTO. Il Comune di Vasto ha già un proprio dipendente giornalista pubblicista in organico ma il sindaco sente il bisogno di un proprio “portavoce” esterno all’organigramma comunale.
Per questo è stato pubblicato, sull’Albo pretorio, un bando di assunzione. L’incarico consiste nell’espletamento di compiti di diretta collaborazione con il sindaco per la cura dei rapporti di carattere politico-istituzionale con gli organi di stampa e informazione, partecipazione all'organizzazione di eventi culturali, promozionali e convegni, collaborazione alla stesura e/o alla revisione di testi istituzionali per interventi pubblici degli organi del comune.
Il neo assunto sarà remunerato con 1000 euro al mese e la domanda dovrà essere presentata entro il 24 dicembre. Il contratto durerà sei mesi con possibilità di rinnovo ed avrà natura di collaborazione coordinata e continuativa
La scelta sarà operata personalmente dal sindaco con proprio decreto e «la procedura comparativa non si concluderà con l’attribuzione di un punteggio e/o con la formazione di una graduatoria finale di merito ma con l’individuazione del soggetto ritenuto più idoneo sulla base dei criteri di scelta stabiliti», vale a dire sulla sola base dei curricula presentati.
«Non male», commenta polemico Massimo Desiati, consigliere comunale di Progetto per Vasto, «per un Comune che, quotidianamente, piange miseria. Ora si sente la necessità di un comunicatore esterno che medi le dichiarazioni del sindaco al fine di meglio porgerle alla cittadinanza. Avendo i requisiti richiesti, sto meditando di presentare anch’io manifestazione d’interesse… chissà, magari mi assume, per l’intanto preannuncio una interrogazione».
Tra i requisiti richiesti: cittadinanza italiana ovvero di un Paese dell'Unione Europea; iscrizione nelle liste elettorali; possesso dei requisiti necessari per la stipulazione di contratti con la Pubblica Amministrazione; diploma di laurea di I^ livello o laurea conseguita in base all’ordinamento previgente al DM 509/'99; iscrizione all'Albo dei Giornalisti professionisti o pubblicisti; buona conoscenza degli strumenti informatici e conoscenza della lingua inglese.