LA SITUAZIONE IN TEMPO REALE

Abruzzo. Maltempo, allarme esondazione fiumi. Neve e ghiaccio in serata

E’ scattata l’allerta in diversi comuni che si preparano ad accogliere l’ennesima eccezionale ondata di maltempo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6744

Silvi fiume esondato



ABRUZZO. Continua a scendere la neve nell’interno mentre nelle ore serali è probabile la formazione di ghiaccio per cui si invita alla prudenza sulle strade.
Intanto l’allarme più immediato sembra quello dei fiumi che si alzano ora dopo ora e rischiano di esondare.
E’ di nuovo allarme a meno di una settimana dall’ultima ondata di mal tempo che ha provocato in tutta la regione danni stimati in 50 mln di euro.
A Cepagatti per esempio la «situazione è di estrema pericolosità» sul fronte della viabilità lungo l'argine del torrente Nora.
Il presidente della commissione provinciale di Vigilanza, Camillo Sborgia, lancia l’allarme. Il consigliere provinciale di Pescara si è rivolto, con una lettera, al servizio Genio  Civile regionale, alla Protezione civile regionale e, per conoscenza, al Prefetto. Sborgia segnala in particolare la situazione di contrada Ciarra Inferiore e fa notare che lungo la sponda del torrente «è presente una strada demaniale che viene utilizzata dagli agricoltori per accedere alla coltivazione dei fondi e da diverse aziende», tra cui un vivaio con oltre 50 dipendenti e una attività artigianale. Il presidente della commissione  Vigilanza chiede quindi di «sistemare, con un intervento urgente, almeno la voragine che ha distrutto la viabilità, onde evitare l'ulteriore aggravarsi della situazione con le piogge» che stanno proseguendo anche in queste ore.

A Spoltore l’Amministrazione comunale si prepara ad affrontare l’emergenza neve, in vista di un’invasione di aria artica che farà  precipitare l’Abruzzo nell’inverno. Sul sito del Comune è stato pubblicato un avviso per ricordare agli  automobilisti l’obbligo di circolazione con catene o altri sistemi omologati, come le gomme termiche, e per invitare i cittadini ad adottare la massima prudenza. Nel frattempo, la Giunta Di Lorito ha approvato un nuovo piano neve, revisionando quello dello scorso anno, al fine di attuare tutte le misure previste nello stesso per evitare situazioni di disagio e di pericolo.
Per una tempestiva organizzazione delle strutture operative da attivare per gli interventi, nel piano sono state individuate varie fasi: attenzione, preallarme e allarme.
«Un sistema di coordinamento efficiente che ci consente di monitorare la situazione e di operare al
meglio sul territorio, grazie al lavoro di tutti gli attori coinvolti: amministratori, tecnici comunali, Polizia Municipale, Protezione Civile, operatori esterni e cittadini» – ha sottolineato il vice sindaco e
assessore ai Lavori Pubblici e alla Protezione Civile Enio Rosini.
Nel piano è stato inserito anche un avviso informativo contenente le linee guida da seguire in caso di neve: aggiornarsi sullo stato di  emergenza telefonando al numero 085 – 49 64 243; evitare l’utilizzo dell’automobile (se indispensabile, dotarsi di catene o gomme termiche); cercare di non lasciare auto in sosta; pulire i marciapiedi privati in corrispondenza della propria abitazione o del proprio esercizio
commerciale; dotarsi di congrua scorta di sale; non conferire i rifiuti  su aree pubbliche con mastelli; verificare e rimuovere eventuali accumuli di neve dai tetti, dai balconi o da altri oggetti sporgenti su
aree pubbliche.

A Giulianova il sindaco, Francesco Mastromauro, preoccupato per le piogge di questi giorni, teme per la situazione relativa agli abitati posti a ridosso dei fiumi Salinello e Tordino.
«Vero e' che con le abbondanti precipitazioni della scorsa settimana Giulianova non ha patito i guai verificatisi in altre localita' vicine. Ma - dichiara il sindaco - rimane sempre critica la situazione dei fiumi Salinello e Tordino che, a causa dell'alluvione avvenuta ormai nel lontano marzo 2011, sono privi, in alcuni tratti, di argini. I lavori per il loro ripristino, come fu assicurato nella riunione avutasi in Comune lo scorso 5 aprile , partiranno nella primavera del prossimo anno ma nel frattempo? Gli avvisi meteo indicano neve anche a bassa quota e ancora piogge. Il nostro Centro Operativo Comunale, e' in stato di preallerta, ma la competenza per gli interventi sui fiumi non e' nostra. Spero solo che gli organi sovracomunali tengano sempre alto il livello di attenzione. Certo non e' il massimo - conclude il sindaco - dover confidare sull'indulgenza del tempo e sperare che l'inverno sia il meno piovoso possibile. Rimane che, contrariamente a quanto abbiamo chiesto a piu' riprese e a gran voce, la Regione non ha assegnato alla problematica il livello di priorita' assoluta che avrebbe necessitato. Insomma, a distanza di tre anni dall'alluvione, nulla e' stato fatto da chi poteva e doveva intervenire».

A Chieti il sindaco Di Primio chiede di a tutti i cittadini di «prestare la massima attenzione per la tutela dei contatori idrici posti all’esterno dei fabbricati. Anche metodologie domestiche quali la copertura dei suddetti con panni di lana o altro materiale potranno risultare efficaci per evitare i danni causati dalle basse temperature».

A TERAMO AVVIATO PIANO NEVE E NUMERO DI EMERGENZA

Si è da poco conclusa una riunione presso l’Assessorato alla Protezione Civile, convocata dall’Assessore Rudy Di Stefano con funzionari e dipendenti dell’Ufficio tecnico,  per programmare le attività da porre in essere in vista delle annunciate nevicate delle prossime ore. Si è stabilito di avviare il Piano-Neve, di predisporre cioè sin da queste ore le operazioni organizzative e di gestione capaci di far fronte all’evento, a partire dalle sue prime manifestazioni. 

Pertanto, dalle 19:00 di lunedì sera, ora in cui le previsioni annunciano l’inizio delle precipitazioni nevose, il Piano sarà già attivo. Per agevolare gli interventi e controllare con efficacia lo stato delle cose, il territorio comunale è stato suddiviso in 5 comparti, omogenei per ampiezza e caratteristiche morfologiche. In ciascun comparto saranno costantemente presenti 1 responsabile e 2 collaboratori, i quali monitoreranno il territorio di competenza per tutta la durata della perturbazione. Saranno coinvolti complessivamente, tra tecnici e cantonieri comunali, 30 dipendenti comunali.  
Dall’inizio della nevicata, comunque, interverrà il mezzo comunale che provvederà a curare la viabilità principale (Ospedale, scuole, ecc.), mentre sono già state allertate 5 imprese private per ciascun comparto, pronte ad intervenire immediatamente. In questo senso, è stata data la precisa indicazione di garantire la viabilità per le 7:00 di martedì mattina.Sono disponibili 300 quintali di sale, quantità sufficiente per fronteggiare il fenomeno annunciato; il Comune sta comunque provvedendo ad inoltrare altri ordinativi.
Di intesa con il Comandante del Corpo di Polizia Municipale, è stato individuato il numero cui segnalare telefonicamente eventuali richieste di intervento urgenti, che è il seguente: 0861/324317.