VOLATI VIA

Aeroporto d’Abruzzo, addio anche al volo per Tirana

Aerei sequestrati alla compagnia Belle Air, collegamento sospeso

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4619

BELLE AIR




PESCARA. Nuova grana per l’aeroporto d’Abruzzo: dopo le brutte notizie della settimana scorsa provenienti dall’Enav che fanno temere un declassamento dello scalo, un'altra compagnia aerea lascia il Liberi.
Si tratta della Belle Air, il vettore albanese che collegava Pescara a Tirana. Questa mattina sul sito web dell’aeroporto, nella pagina dedicata agli aerei ‘in tempo reale’, il volo di questo pomeriggio alle 17 compare ancora regolarmente.
Probabilmente nelle prossime ore sparirà anche da lì dal momento che è stato cancellato, così come quello del mercoledì e del venerdì e tanti altri diretti nella città albanese in partenza da 17 città d’Italia. Già perché la compagnia ha seri problemi e non può per il momento volare per confisca degli aerei a causa di difficoltà finanziarie.
«Dopo otto anni di attività», spiega la società sul proprio sito internet, «la compagnia Belle Air è costretta a sospendere temporaneamente i voli a causa della situazione economica generale, il calo del potere d'acquisto, la recessione nei principali mercati in cui opera, nonché il blocco da oltre 18 giorni di tutti i suoi conti bancari. Questa situazione ci mette davanti all'impossibilità di continuare ad operare». La società annuncia che avvierà un processo di ristrutturazione «per ritornare presto con servizi e prezzi più bassi del mercato albanese».

Intanto con l'aiuto della compagnia italiana Blue Panorama, offre la possibilità di volare ugualmente con il marchio low-cost Blu Express Blu Panorama Airlines Company da Tirana a Italia e viceversa (il numero per le riprotezioni è 0035543390390).
Dopo questa notizia, dunque, a Pescara restano solo Alitalia con il volo per Milano e Ryanair: quest’ultima è da tempo il pilastro che riesce a tenere in piedi l’intero scalo abruzzese.
In due anni sono stati cancellati voli per Toronto, Bucarest, Torino, Verona, Eindhoven, Creta e Spalato oltre che numerosi altri charter e voli merci. Negli ultimi 5 anni l’aeroporto ha dovuto fare i conti con la chiusura del polo manutenzione Airone tecnick, la chiusura del polo cargo, del servizio postale e da tre anni nessuna nuova rotta viene programmata.
Certo è che se, come annunciato dall’Enav, le ore di operatività della torre di controllo passassero veramente da 24 ore a 16  altri rischi atterrerebbero sulla pista del Liberi sempre più vicino al declassamento.

ENAV: «ACCORDI SOGGETTI AD APPROVAZIONE AUTORITA’ ALBANESE»

«La compagnia Belle Air - informa Enav - è un vettore di diritto albanese il cui controllo sull’idoneità economico finanziario e operativa è di competenza dell’autorità per l'aviazione civile dell'Albania. La compagnia ha comunicato di avere un accordo con la compagnia Blue Panorama per la riprotezione dei passeggeri in possesso di biglietti Belle Air tramite l'acquisto di un biglietto a tariffa agevolata. L'accordo è tuttavia soggetto all'approvazione da parte dell'Autorità albanese». L'Enac, la cui Sala Crisi è operativa per rispondere alle esigenze di monitoraggio e di organizzazione della riprotezione dei passeggeri, continuerà a seguire l'evolversi della situazione di Belle Air «a tutela dell'interesse generale dei passeggeri e del settore, secondo il proprio ruolo di regolatore del trasporto aereo in Italia»