OPERE PUBBLICHE

Pescara. Tre ponti sul Saline: partono i lavori

Intervento da 15 milioni di euro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2798

rENDERING

Il rendering del Ponte dell'Adriatico

Pescara. Tre ponti sul Saline: partono i lavori
Intervento da 15 milioni di euro
Pescara, ponti saline, guerino testa, lungofino
PESCARA. «Siamo alla fase finale. Siamo alla consegna dei lavori dei tre "ponti sul Saline", che avverrà il 27 novembre alle ore 11, nel corso di una cerimonia che si svolgerà a Città Sant’Angelo, sulla Lungofino, nell’area del mercato di fiore». 
Lo hanno annunciato oggi il presidente della Provincia Guerino Testa e gli assessori Andrea Faieta e Roberto Ruggieri con alcuni consiglieri provinciali, tra cui i presidenti di commissione Camillo Savini e Graziano Zazzetta. I lavori che prenderanno il via nell’immediato riguarderanno due dei tre ponti. Farà seguito, poi, anche l'avvio dei lavori per il terzo, il cosiddetto "Ponte dell'Adriatico” – hanno spiegato evidenziando che «si è giunti finalmente al compimento di un iter complesso, lungo e pieno di imprevisti, che ci hanno anche fatto rischiare di perdere i finanziamenti. Oggi la definizione dell’iter ci pone nella condizione di poter finalmente avviare operativamente la realizzazione degli interventi, attesi da decenni». 
 L'ITER SEGUITO PER I TRE PONTI
I lavori sono stati appaltati a fine 2009 (e aggiudicati nel 2010) ma ci sono stati dei ricorsi che hanno provocato degli stop forzati e prolungati, non dipendenti dall'operato della Provincia. Nel 2010 si è pronunciato il Tar di Pescara (il ricorso è stato presentato da un’associazione temporanea di imprese) e a dicembre 2012 si è pronunciato il Consiglio di Stato che ha messo la parola fine, in favore della Provincia, su questa vicenda. 
 I TRE PONTI
L'intervento è da 15 milioni e 813 mila euro (fondi Cipe) derivante da un Accordo Programma Quadro Stato-Regione di cui alla Delibera CIPE nr.3/2006 intervento Mr 02. Uno dei ponti andrà da via San Martino, a Città Sant’Angelo (in prossimità di Poggio degli Ulivi), a via Tamigi di Montesilvano. L’altro invece andrà da via San Martino (nei pressi dell’Outlet village) a via Fosso Foreste e i lavori partiranno quasi in contemporanea. Il terzo ponte cosiddetto "dell'Adriatico" sorgerà alle spalle del Palacongressi e collegherà, al di là del Saline, il territorio di Città Sant’Angelo in prossimità delle aree ex-camping. Per quest'ultimo intervento si sta provvedendo alla stesura definitiva del progetto, dopo la condivisione con le comunità locali interessate della soluzione progettuale, che dovrà esse conclusa entro l'anno. Si stima che i lavori dureranno complessivamente 450 giorni.
L'IMPORTANZA DELLE OPERE
«Si tratta di infrastrutture in grado di modificare radicalmente la viabilità della zona, appesantita da un traffico che è andato via via crescendo, negli anni, fino a diventare insostenibile» – hanno fatto notare Testa e i componenti di giunta e consiglio, tra cui anche Ferdinando Di Giacomo, Ettore Pirro e Vittorio Catone. 
«Una zona in continua espansione in attesa da troppo tempo di una svolta, sul fronte della viabilità, che ora è arrivata. I benefici non sono solo per la provincia di Pescara, area Nord, ma anche per la provincia di Teramo. Si stima che il transito attualmente insistente tra Montesilvano e Città Sant’Angelo sia di diverse decine di migliaia di veicoli al giorno, complice la presenza del casello autostradale A14 di Pescara nord». 
Testa ha poi evidenziato che, «come detto in un'altra occasione, un ponte non è né di destra né di sinistra. L’iter per queste infrastrutture è stato avviato da chi ci ha preceduto ma tengo a sottolineare il lavoro straordinario portato avanti dai nostri uffici che mi rende orgoglioso di aver portato a conclusione un percorso avviato nel 2006. Registriamo un altro risultato di questa amministrazione, un altro obiettivo raggiunto, dopo la bretella di collegamento tra la 602 e il raccordo autostradale di Chieti, che ha atteso 12 anni, dal momento del finanziamento, prima di essere realizzata e aperta al traffico».
PESCARA. «Siamo alla fase finale. Siamo alla consegna dei lavori dei tre "ponti sul Saline", che avverrà il 27 novembre alle ore 11, nel corso di una cerimonia che si svolgerà a Città Sant’Angelo, sulla Lungofino, nell’area del mercato di fiore». Lo hanno annunciato oggi il presidente della Provincia Guerino Testa e gli assessori Andrea Faieta e Roberto Ruggieri con alcuni consiglieri provinciali, tra cui i presidenti di commissione Camillo Savini e Graziano Zazzetta. I lavori che prenderanno il via nell’immediato riguarderanno due dei tre ponti. Farà seguito, poi, anche l'avvio dei lavori per il terzo, il cosiddetto "Ponte dell'Adriatico” – hanno spiegato evidenziando che «si è giunti finalmente al compimento di un iter complesso, lungo e pieno di imprevisti, che ci hanno anche fatto rischiare di perdere i finanziamenti. Oggi la definizione dell’iter ci pone nella condizione di poter finalmente avviare operativamente la realizzazione degli interventi, attesi da decenni». 

 L'ITER SEGUITO PER I TRE PONTI

I lavori sono stati appaltati a fine 2009 (e aggiudicati nel 2010) ma ci sono stati dei ricorsi che hanno provocato degli stop forzati e prolungati, non dipendenti dall'operato della Provincia. Nel 2010 si è pronunciato il Tar di Pescara (il ricorso è stato presentato da un’associazione temporanea di imprese) e a dicembre 2012 si è pronunciato il Consiglio di Stato che ha messo la parola fine, in favore della Provincia, su questa vicenda. 

I TRE PONTI

L'intervento è da 15 milioni e 813 mila euro (fondi Cipe) derivante da un Accordo Programma Quadro Stato-Regione di cui alla Delibera CIPE nr.3/2006 intervento Mr 02. Uno dei ponti andrà da via San Martino, a Città Sant’Angelo (in prossimità di Poggio degli Ulivi), a via Tamigi di Montesilvano. L’altro invece andrà da via San Martino (nei pressi dell’Outlet village) a via Fosso Foreste e i lavori partiranno quasi in contemporanea. Il terzo ponte cosiddetto "dell'Adriatico" sorgerà alle spalle del Palacongressi e collegherà, al di là del Saline, il territorio di Città Sant’Angelo in prossimità delle aree ex-camping. Per quest'ultimo intervento si sta provvedendo alla stesura definitiva del progetto, dopo la condivisione con le comunità locali interessate della soluzione progettuale, che dovrà esse conclusa entro l'anno. Si stima che i lavori dureranno complessivamente 450 giorni.

L'IMPORTANZA DELLE OPERE

«Si tratta di infrastrutture in grado di modificare radicalmente la viabilità della zona, appesantita da un traffico che è andato via via crescendo, negli anni, fino a diventare insostenibile» – hanno fatto notare Testa e i componenti di giunta e consiglio, tra cui anche Ferdinando Di Giacomo, Ettore Pirro e Vittorio Catone. «Una zona in continua espansione in attesa da troppo tempo di una svolta, sul fronte della viabilità, che ora è arrivata. I benefici non sono solo per la provincia di Pescara, area Nord, ma anche per la provincia di Teramo. Si stima che il transito attualmente insistente tra Montesilvano e Città Sant’Angelo sia di diverse decine di migliaia di veicoli al giorno, complice la presenza del casello autostradale A14 di Pescara nord». Testa ha poi evidenziato che, «come detto in un'altra occasione, un ponte non è né di destra né di sinistra. L’iter per queste infrastrutture è stato avviato da chi ci ha preceduto ma tengo a sottolineare il lavoro straordinario portato avanti dai nostri uffici che mi rende orgoglioso di aver portato a conclusione un percorso avviato nel 2006. Registriamo un altro risultato di questa amministrazione, un altro obiettivo raggiunto, dopo la bretella di collegamento tra la 602 e il raccordo autostradale di Chieti, che ha atteso 12 anni, dal momento del finanziamento, prima di essere realizzata e aperta al traffico».