IL FATTO

Esplosione nel Pescarese: oggi a Roma l'autopsia sul vigile

Aperto un fascicolo contro ignoti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1105

Esplosione nel Pescarese: oggi a Roma l'autopsia sul vigile




PESCARA. Sara' effettuata oggi, a Roma, l'autopsia sul corpo di Maurizio Berardinucci.
Il vigile del fuoco è rimasto ferito gravemente nell'esplosione della fabbrica di fuochi pirotecnici "fratelli Di Giacomo", avvenuta il 25 luglio scorso a Villa Cipressi di Citta' Sant'Angelo. Berardinucci e' morto sabato scorso all'ospedale "Gemelli" di Roma.
L'incarico al medico legale e' stato affidato ieri dal pm di Roma, su rogatoria della procura di Pescara. Dopo l'esame autoptico il magistrato romano potra' rilasciare il nulla osta per il trasferimento della salma di Berardinucci a Pescara.
L'esplosione aveva provocato altre quattro vittime, Alessio, Mauro, Federico e Roberto, tutti componenti della famiglia Di Giacomo. Il titolare dell'inchiesta pescarese e' il pm Annalisa Giusti.
L'autopsia in rogatoria chiesta dalla procura di Pescara a quella di Roma é stata disposta a seguito dell'apertura di un fascicolo che ipotizza il reato di omicidio colposo a carico ignoti. L'autopsia é conseguenza dell'applicazione dall'art. 116 delle Disposizioni di attuazione del Codice di procedura penale, norma relativa a "Indagini sulla morte di una persona per la quale sorge sospetto di reato".
L'inevitabile nuovo fascicolo aperto per la morte del vigile segue quello già aperto subito dopo la tragedia dalla procura nel quale si ipotizzavano i reati di disastro colposo, omicidio plurimo colposo a carico di ignoti. Tra le ipotesi probabili di indagine possono esserci le condizioni di sicurezza dell'intervento dei vigili sul luogo dell'esplosione o le successive cure mediche a cui Berardinucci é stato sottoposto in questi mesi