TEATRO

L’Aquila, nuova stagione teatrale per L’Uovo

Tanti progetti in vista per il 2013/2014

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2804

L’Aquila, nuova stagione teatrale per L’Uovo

L’AQUILA. Nel Teatro San Filippo, sua storica sede, L’Uovo ha presentato la stagione teatrale 2013/2014, che partirà il 10 novembre al Ridotto del Teatro Comunale con il primo appuntamento del fortunato cartellone per bimbi e famiglie “A teatro con mamma e papà”.

Rinaldo Tordera, presidente de L’Uovo, ha aperto la conferenza stampa accennando alla proposta di legge del vice presidente del Consiglio Regionale Giorgio De Matteis che mira a creare un ente teatrale regionale unico, in sintonia con le modifiche delle normative statali in atto. Tordera ha ricordato che tale visione è stata ispirata e sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali già dall’immediato post terremoto e la finalità è quella di rafforzare la capacità produttiva del teatro abruzzese e al contempo di contenerne i costi, promuovendo inoltre un rinnovato spirito di collaborazione con tutte le altre strutture teatrali presenti sul territorio.

Antonio Massena, direttore artistico de L’Uovo, ha illustrato le molteplici attività di ricerca, produzione, programmazione e formazione, peraltro già in corso di attuazione. Due le nuove produzioni: “Il pifferaio magico” – che, nella rilettura affatto particolare di Maria Cristina Giambruno per il pubblico delle scuole primarie, debutterà a gennaio 2014 – e “I Caliban”, una coproduzione con l’Accademia degli Artefatti di Roma che andrà in scena a febbraio 2014 per il pubblico serale. Tornano anche nella nuova stagione “Sei gradi” di Giobbe Covatta, che ha già totalizzato 53 repliche, e “La guerra di Kurukshetra” di Giorgio Barberio Corsetti, rappresentato proprio nei giorni scorsi al Teatro Olimpico di Vicenza nell’ambito del 66° Ciclo di spettacoli classici.

Numerosi anche gli spettacoli in repertorio e ospiti per la stagione di teatro ragazzi e giovani che copre nel suo insieme le quattro province della regione ed è articolata in tre segmenti di programmazione: il primo, “A teatro con mamma e papà”, rivolto al pubblico domenicale dei ragazzi e delle famiglie; il secondo per gli alunni delle scuole dei diversi ordini e gradi che assisteranno agli spettacoli in teatro; il terzo anch’esso riservato al pubblico scolastico per il quale le rappresentazioni si terranno all’interno delle scuole stesse.

E’ intervenuto Fabrizio Magani, direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Abruzzo, per fare il punto sullo stato dei lavori di ripristino del Teatro San Filippo, che con ottime probabilità riusciranno a restituire l’edificio alla città per Natale 2014. Presente anche il sindaco Massimo Cialente che in chiusura di conferenza si è detto entusiasta della prospettiva di riavere presto questo peculiare spazio teatrale.