MUSICA E BENEFICENZA

Pescara, il premio Oscar Bacalov domenica al Teatro Massimo

Concerto sinfonico a sostegno della Fibrosi cistica

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3120

Pescara, il premio Oscar Bacalov domenica al Teatro Massimo




PESCARA. Saranno il violinista Paolo Morena, la mezzosoprano Annunziata Vestri, l’Orchestra Dean Martin diretta dal maestro Antonella De Angelis, e soprattutto il grande Luis Enriquez Bacalov, premio Oscar per la miglior colonna sonora nel film Il Postino, i protagonisti del Concerto sinfonico-evento che si svolgerà a Pescara domenica prossima, 27 ottobre, al cinema Teatro Massimo (ore 18).
Uno spettacolo straordinario, che unirà l’arte con la solidarietà, promuovendo la raccolta fondi per la ricerca sulla fibrosi cistica.
«Ancora una volta – ha detto l’assessore Giovanna Porcaro – Pescara e Montesilvano si uniscono per proporre un grande evento, partendo dalla riscoperta dei talenti della nostra terra, ovvero di quegli artisti e personaggi che, pescaresi di nascita o di provenienza, hanno dato o stanno dando lustro al nostro territorio». Paolo Morena, oggi è un’artista di fama mondiale, primo violino solista al Gran Teatro dell’Opera di Pechino, con una carriera cominciata all’età di appena 8 anni, tanto che lo stesso Bacalov ha scritto un’opera per lei, che avrà accanto la mezzosoprano Annunziana Vestri, montesilvanese di nascita, vincitrice del Premio Caniglia di Sulmona, uno dei più importanti in Italia. 

Quindi ci sarà l’Orchestra ‘Dean Martin’ che ha affidato al maestro Antonella De Angelis la direzione dello spettacolo che è stato abbinato a un’iniziativa benefica, ossia la raccolta fondi per la ricerca sulla fibrosi cistica. A chiudere l’evento sarà Luis Enriquez Bacalov, e i tre artisti verranno premiati per la loro straordinaria carriera.
«Il concerto – ha spiegato il professor Romano – sarà un’occasione per far conoscere alla popolazione abruzzese che nella nostra regione opera un centro clinico importante, quello di Atri, per i pazienti affetti dalla terribile malattia della fibrosi cistica, che non lascia scampo ai nostri pazienti, anche se negli ultimi anni siamo riusciti ad allungare l’aspettativa di vita, arrivando ai 40 anni, mentre sino a qualche anno fa l’adolescenza era un momento profondamente critico. Parliamo dunque di una malattia estremamente grave che impegna i pazienti e le relative famiglie; la Fondazione nata a Verona, è servita come stimolo alla ricerca e in Abruzzo ci sono molti ricercatori, impegnati nell’individuare le cause delle infezioni che colpiscono tali pazienti e che sono difficili da tenere sotto controllo».
«Il programma che domenica 27 ottobre proporremo al pubblico, a partire dalle 18 – ha spiegato il maestro De Angelis – prevede musiche dalla Carmen di Bizet; Ouverture per orchestra, la ‘Seguidille’ e ‘Habanera’ con la mezzosoprano Vestri, due danze di origine spagnola che ricordano, per sensualità, il tango argentino, e in particolare la Habanera si è diffusa soprattutto nell’isola di Cuba; quindi la Ouverture Cubana di George Gershwin, con 7 percussionisti; infine Luis Enriquez Bacalov con il concerto per violino e orchestra, solista Paolo Morena».