Pescara, rispuntano le barriere architettoniche nella piazza appena ristrutturata

Acerbo: «che intenzioni ha il Comune?»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2035

Pescara, rispuntano le barriere architettoniche nella piazza appena ristrutturata





PESCARA. Pali per l’illuminazione pubblica in corrispondenza di strisce pedonali o dello scivolo per le carrozzelle.
Sono spuntati sul marciapiede in Piazza Italia, angolo via Calabria, e al centro del marciapiede su via Calabria, proprio lì dove l’anno scorso erano stati realizzati dei lavori per eliminare le barriere architettoniche e rendere la zona accessibile anche a quanti si spostano in carrozzella.
Il consigliere comunale di Rifondazione comunista, Maurizio Acerbo, ha protocollato una interrogazione per chiedere «se sindaco e giunta intendano procedere alla rimozione delle nuove barriere architettoniche» e «quali iniziative intendono assumere al fine di garantire che in tutti gli interventi e lavori si tenga conto del diritto all’accessibilità».
«Spero in un rapido intervento», ha commentato Acerbo che ha raccolto così la segnalazione lanciata qualche giorno fa su Facebook dal presidente della Uildm Camillo Gelsumini.
Nel 2012 il Comune aveva effettuato lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche sull’intera area dove si concentrano gli uffici e gli sportelli aperti al pubblico, lavori che hanno previsto il rifacimento degli scivoli, per ridurne la pendenza, e l’eliminazione degli scalini, a volte di pochi centimetri, che però costituiscono un intralcio a chi è costretto a muoversi su una carrozzina, e infine la realizzazione di un’area rialzata, che privilegi i pedoni e i diversamente abili, in corrispondenza dei due principali attraversamenti, in via Calabria e dinanzi alla sede della Provincia e della Prefettura.