LAVORO IN CRISI

Phard di Mosciano Sant’Angelo: M5S chiede lo sblocco della Cassa Integrazione

Inoltrata interrogazione al Ministero del Lavoro

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2604

Phard di Mosciano Sant’Angelo: M5S chiede lo sblocco della Cassa Integrazione

Mosciano

MOSCIANO SANT’ANGELO. I deputati abruzzesi del Movimento 5 Stelle hanno presentato un’interrogazione parlamentare sul caso della Phard di Mosciano Sant’Angelo.
I parlamentari pentastellati hanno chiesto al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di disporre con urgenza l'erogazione della seconda annualità (gennaio-dicembre 2013) della Cassa Integrazione in favore dei 60 addetti al cessato stabilimento, così come stabilito nell'accordo sottoscritto con le Parti Sociali il 22 dicembre 2011.
Contrariamente a quanto stabilito in quella sede, infatti, i lavoratori sospesi hanno percepito soltanto la prima annualità della Cassa Integrazione e si sono trovati privi di reddito a partire dal gennaio del 2013.
A causa dell'inaspettato e prolungato blocco della Cassa Integrazione, più di cinquanta famiglie versano attualmente in condizioni economiche gravissime.
Il Movimento 5 Stelle ha anche chiesto al Ministro di convocare tempestivamente un tavolo di concertazione tra la Regione Abruzzo, la Provincia di Teramo ed i rappresentanti sindacali affinché i lavoratori ex Phard possano al più presto essere ricollocati presso aziende operanti in settori affini, all’interno del territorio abruzzese.
«Purtroppo finchè non ci sarà un reddito minimo di cittadinanza», commentano Andrea Colletti, Daniele Del Grosso e Gianluca Vacca, «così come richiesto da tempo dal Movimento 5 stelle, ci troveremo sempre di fronte a mancati pagamenti della Cassa Integrazione che ha sempre bisogno di nuovi refinanziamenti, stante la grave situazione delle aziende italiane».