ESTERNAZONI SOCIAL

Abruzzo. Feste Lanciano, il vice sindaco su Facebook: «maxi conti in ristoranti e pizzerie, si mangiava tanto»

Amici Beppe Grillo: «Comune pubblichi on line i conti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6950

Abruzzo. Feste Lanciano, il vice sindaco su Facebook: «maxi conti in ristoranti e pizzerie, si mangiava tanto»




LANCIANO. Tira il sasso e nasconde la mano.
Il vice sindaco dice e non dice e in un post su Facebook denuncia gli sprechi del passato in occasione delle feste lancianesi.
Poche righe, tante allusioni e pochi fatti, tanto che gli ‘amici’ che leggono ciò che scrive lo invitano a mettere da parte «l’omertà» e fare pubblicamente nomi e cifre. Lo stesso appello arriva dal MeetUp Amici di Beppe Grillo Lanciano, secondo cui il vice di Pupillo non può tenere chiusi nel cassetto i documenti, soprattutto se questi svelano sprechi e utilizzo ‘improprio’ di soldi pubblici.

IL POST INCRIMINATO
Due giorni fa Pino Valente dalla sua pagina Facebook ha scritto questo messaggio: «Visto che qualcuno ha stuzzicato la mia curiosità ho dato uno sguardo ad alcuni bilanci dei comitati feste negli anni passati.... sto ancora ridendo (per non piangere) su come sono stati spesi i tanti denari che gestivano ..... in media oltre 250.000 euro l'anno con punte di oltre 300.000 euro.... mi hanno colpito i conti di ristoranti e pizzerie ..... si vede che una volta si mangiava molto!!!!!»
Gli ‘amici’ virtuali si scatenano e in poche ore il post colleziona oltre 100 commenti. C’è chi chiede chiarezza, chi fa battute. Valente, invece, sta a guardare e non risponde più.
«Ciao Pino», scrive tale Gianni, «visto che hai avuto la possibilità di dare occhiate qua e là se hai riscontrato conti anomali perché non fai denunce per riportare un po’ di giustizia. E per dimostrare che voi siete così onesti pubblicate il bilancio "vero" delle feste».
Antonia ha un’altra idea: «ma perchè voi siete convinti che la rovina di Lanciano sono le feste di settembre, la rovina di Lanciano sono gli amici degli amici, parenti, raccomandati, gente che dentro gli uffici prendono solo il caffe, il menefreghismo totale». 

Nicola si allinea con quanti vogliono più informazioni: «fate i nomi e le cifre precise». Così come Enzo: «Fare nomi e cognomi, dire come sono stati spesi e qualora ci fossero illeciti denunciare...così è aria fritta, pura demagogia. E comunque quest'anno è stata la peggior festa di sempre, la crisi non può essere un alibi».
Le cifre le fornisce uno dei rappresentanti del comitato che fa un raffronto tra le ultime tre edizioni. «Nel 2011 sono arrivati 61.000 euro dal Comune e 25.000 dalla Bls (presidente Rulli) per un budget totale di 240.000 euro. Nel 2012 il Comune ha investito 35.000 euro e altri 15.000 sono arrivati dalla Bls (Angelucci) per un budget totale 140000. Quest’anno 25.000 euro dal Comune e 15.000 dalla Bls (Angelucci) per un budget totale di 90.000 a voi il giudizio!!!»
Adesso il Meet Up Amici di Beppe Grillo chiede che Valente spieghi alla città cosa è accaduto negli anni passati, quelli a cui fa riferimento su Facebook. «I cittadini lancianesi hanno tutto il diritto di sapere». Si chiede dunque al Comune di pubblicare «tutte le entrate e le uscite di denaro delle feste di Settembre degli ultimi 10anni visto che i cittadini di Lanciano vedono diminuire i servizi e aumentare le tasse. Vogliamo trasparenza»
a.l.