EVASORI

Abruzzo. Affitti universitari in nero, protocollo d’intesa Adsu- Agenzia delle Entrate

La firma questa mattina a Chieti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2145

Agenzia delle entrate


CHIETI. Contrasto agli affitti in nero e piu' benefici a chi ne ha diritto.
E' quanto prevede l'intesa siglata questa mattina a Chieti tra l'Agenzia delle Entrate e l'Adsu (azienda per i diritto allo studio universitario). Il protocollo, sottoscritto dal direttore regionale dell'Agenzia, Rossella Rotondo, e dai rappresentanti dell'Adsu - il direttore Teresa Mazzarulli e il presidente Costantino Tiziano Zuccarini - punta a migliorare il sistema dei controlli sui benefici a favore degli studenti e sulla registrazione dei contratti di locazione per i fuori sede.
Le verifiche sulla documentazione per accedere alle agevolazioni saranno finalizzate a individuare fruizioni abusive, ottimizzare il gettito contributivo e ampliare la disponibilità di risorse a favore della comunità studentesca. Forte anche l'impegno contro il fenomeno degli affitti in nero, attraverso la verifica dell'effettiva registrazione dei contratti di locazione stipulati dagli studenti fuori sede. Una maggiore attenzione all'emersione di eventuali irregolarità che garantirà più trasparenza ed equità nell'erogazione delle quote alloggio. Con la firma dell'accordo l'Agenzia delle Entrate metterà a disposizione della comunità universitaria uno sportello nella sede dell'Ufficio territoriale di Chieti o presso le strutture Adsu di Chieti e Pescara.
«L'Agenzia delle Entrate - dichiara il direttore regionale Rossella Rotondo - è da sempre in prima linea nella diffusione della legalità fiscale nel mondo studentesco. Lo fa da anni, tra i banchi delle scuole, con il progetto "Fisco e Scuola"; attraverso iniziative come quella odierna, invece, si rivolge alla platea di quei giovani che, attraverso la scelta della strada universitaria, sono chiamati a gestire in autonomia le prime decisioni da adulti. L'intesa di oggi, quindi, da un lato rafforza una collaborazione tra istituzioni volta a prevenire e reprimere fenomeni di evasione e dall'altra vuole garantire la meritocrazia come uno dei principi cardine su cui deve basarsi il sistema universitario».
«Questo accordo contribuirà a rendere più efficace e trasparente l'azione di tutela del diritto allo studio dell'ADSU - sottolinea il presidente dell'ADSU di Chieti e Pescara, Costantino Tiziano Zuccarini - garantendo i più meritevoli ed anche le famiglie effettivamente meno ambienti. Viene combattuta così ogni forma di ingiusta erogazione dei servizi a favore degli studenti, che se meritevoli devono essere tutti soddisfatti anche con un adeguato aumento dei fondi per il diritto allo studio»