MISTERI

Medium, fantapsicoterapie e Ufo, sabato 21 il convegno del Cicap a Vasto

Si comincia alle 8,30 a Palazzo d’Avalos

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2220

Medium, fantapsicoterapie e Ufo, sabato 21 il convegno del Cicap a Vasto


VASTO. Quasi una enciclopedia o almeno un “manuale dell’uso” sul paranormale, la pseudoscienza, le illusioni percettive, gli UFO e chi più ne ha più ne metta.
Decisamente ambizioso l’obiettivo del Gruppo Locale Abruzzo Molise del Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale (Cicap) che sabato 21 settembre, presenterà a Vasto, nella sede della Pinacoteca di Palazzo d’Avalos, il suo primo convegno. Il titolo scelto per l’evento è decisamente didascalico: “La falsa scienza – in tutte le sue forme”.
Il programma è accattivante: si va dalle illusioni percettive (illustrate da Marco Tommasi) alla grafologia, con Francesco Ruggirello che cercherà di far capire se si tratti di una pseudoscienza oppure di una valida soluzione psicologica. Toccherà invece a Luciano Di Tizio, erpetologo e presidente del Wwf regionale, parlare di credenze e leggende legate, manco a dirlo, al mondo degli animali e in particolare degli anfibi e dei rettili. Si torna alle scienze umane con Aristide Saggino, presidente del Cicap locale e docente nella facoltà di psicologia dell’Università di Chieti, che tratterà il tema delle Fantapsicoterapie dando i suoi preziosi “consigli per gli acquisti” anche nel campo della più canonica psicoterapia. Un salto in alto, molto in alto, è previsto con l’intervento di Simone Angioni, chimico dell’Università di Pavia e consulente scientifico del Cicap, che parlerà del mistero dei capelli d’angelo chiedendosi se davvero si tratti di filamenti prodotti dagli Ufo.
Nel pomeriggio è la volta di Armando De Vincentiis, psicologo, responsabile del Cicap Puglia, con quelli che ha definito i miti della psicologia del profondo. Il criminologo Marco Strano, invece, porta nel mondo delle inchieste, esaminando gli apporti che, stando a quel che a volte si legge, danno agli inquirenti medium, veggenti e compagnia bella. Chiuderà la serie degli interventi Luigi Garlaschelli, chimico dell’università di Pavia e responsabile sperimentazioni Cicap, che tratterà della sindone di Torino anche attraverso l’esposizione di alcune riproduzioni eseguite dal Comitato. L’organizzazione, oltre che dal CICAP Abruzzo Molise, è curata da Vasto Scienza. Si comincia alle 8,30 e si andrà avanti, con una pausa pranzo, più o meno sino alle 19.