SCUOLA

Campli, gli studenti restano senza scuolabus. «Si dimettano tutti»

L’opposizione: «Dopo il caos mense, ennesimo colpo alla scuola».

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2511

Campli, gli studenti restano senza scuolabus. «Si dimettano tutti»






CAMPLI. L’allarme era stato lanciato pochi giorni fa, con l’appello al sindaco Giovannini di adoperarsi quanto prima affinché i bambini e i ragazzi del Comune di Campli non fossero costretti a raggiungere a piedi le scuole nel primo giorno di scuola.
E per evitare ulteriori disagi alle famiglie alle prese con i preparativi in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico. Ma la brutta sorpresa, puntuale come la prima campanella, alla fine è arrivata.
I pulmini - come previsto dal Consigliere Comunale di Opposizione Federico Agostinelli, che aveva sollevato il caso – sono rimasti fermi. E i tanti ragazzi, purtroppo, a piedi.
La vicenda nasce dal bando di affidamento del servizio di trasporto scolastico e assistenza degli alunni sugli scuolabus e durante il pre-scuola emanato dall’Amministrazione e scaduto giovedì 5 settembre. Un avviso andato completamente deserto, suscitando l’allarme nei cittadini e l’appello dell’Opposizione al primo cittadino e alla Consigliera delegata affinché la situazione fosse risolta in tempo per il rientro a scuola dei ragazzi. Ma così non è stato. E quello che solo pochi giorni fa era considerato un semplice rischio, si è poi trasformato in una realtà più concreta. Una vera e propria tegola sulla testa degli studenti e delle loro famiglie che oggi torneranno in classe, come il resto degli studenti abruzzesi. 


«A seguito della segnalazione della scorsa settimana - dichiarano i Consiglieri di Opposizione Antonio Francioni, Federico Agostinelli, Pietro Quaresimale, Roberto Ricci e Carlo Olivieri - ci saremmo aspettati un intervento tempestivo ed efficace da parte di un sindaco e di una Giunta che dell’efficienza e della capacità amministrativa hanno fatto una bandiera elettorale. Che tale, però, è rimasta. Ma adesso - continuano i rappresentanti del Gruppo di Opposizione - la supponenza di certi slogan è stata definitivamente smascherata dalla realtà dei fatti, dai ritardi e dalla mancata programmazione che da anni ormai caratterizzano l’operato dell’Amministrazione. Ed è ridicolo che la Giunta scarichi sulla Regione - che ha anticipato di appena quattro giorni il rientro a scuola - le colpe dei suoi clamorosi ritardi. 


Tutti gli studenti abruzzesi torneranno a scuola. Ma solo a Campli gli scuolabus resteranno fermi. Dopo la vergognosa gestione delle mense scolastiche questa Amministrazione rifila una ulteriore mazzata a
tutti gli studenti del nostro Comune. Chiediamo a questo punto le dimissioni di un Sindaco che sarà ricordato – concludono - per essere stato tanto solerte nell’affidare incarichi e consulenze, inutili e
costose, ad amici e non eletti, quanto inoperoso di fronte alle emergenze da risolvere per il bene di tutti. E’ ora che i metodi di Amministrazione di Palazzo Farnese cambino definitivamente, a cominciare dal ruolo di tuttofare affidato inspiegabilmente al Comandante dei Vigili. Adesso chi rimborserà le famiglie che hanno
pagato il servizio fin dal primo giorno?».