L'INTERVENTO

Sicurezza e Ambiente. «i servizi sono gratis, siamo l’unica ditta ad avere tutte le certificazioni»

Interviene l’avvocato Giovanni Scognamiglio, sulle vicende della società che è al centro di diverse attenzioni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4399

sicurezza e ambiente sala operativa



ABRUZZO. Come aveva già fatto il suo fondatore, Angelo Cacciotti, Sicurezza e Ambiente interviene per provare a spiegare meglio quanto PrimaDaNoi.it sta raccontando negli ultimi mesi un servizio molto importante che è l’intervento post incidente ed il ripristino del manto stradale.
Giovanni Scognamiglio, avvocato, presidente di amministrazione e legale rappresentante di Sicurezza e Ambiente scrive una nota inviata dall’ufficio legale appellandosi alla legge sulla stampa che parla di rettifica.
Di seguito la pubblichiamo integralmente.


1. Sicurezza e Ambiente S.p.A. è la società ideatrice del servizio di ripristino post incidente stradale. Nel tempo ha investito notevoli risorse economiche in studio e ricerca al fine di ottenere la qualità e la professionalità oggi riconosciute in tutta Italia e a livello internazionale. Tutti i protocolli operativi e i mezzi utilizzati per l’esecuzione di tale attività sono stati ideati e brevettati a livello nazionale ed internazionale da Sicurezza e Ambiente S.p.A. Tale processo di crescita ha comportato il riconoscimento di tutte le Iscrizioni, le attestazioni e le certificazioni necessarie per Legge per realizzare tale servizio, che ha contribuito alla riduzione di almeno il 50% degli incidenti dovuti alla presenza di insidie sulla strada. I costi di tale attività sono coperti unicamente e interamente dalla polizza assicurativa RC Auto, obbligatoria per ogni veicolo circolante, senza costi aggiuntivi per i privati cittadini coinvolti nei sinistri.

2. Sicurezza e Ambiente S.p.A. è l’unica società del settore, in possesso dei requisiti necessari a soddisfare le condizioni di legge di cui all’articolo 57, comma 2, lettera b) del Decreto Legislativo n. 163/2006, rubricato “Procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara”, secondo il quale la Pubblica Amministrazione può stipulare contratti pubblici mediante procedura negoziata, senza previa pubblicazione di un bando di gara, per “ragioni di natura tecnica o artistica ovvero attinenti alla tutela di diritti esclusivi”. Le ragioni di natura tecnica e attinenti alla tutela di diritti esclusivi che giustificano l’affidamento diretto del servizio a Sicurezza e Ambiente S.p.A. sono le seguenti:
a. titolarità di protocolli operativi e mezzi coperti da brevetto;
b. macchinari quali il modulo d’ingegneria polifunzionale coperto da brevetto;
c. sistema software integrato coperto da brevetto;
d. tariffe concordate con i principali gruppi assicurativi;
e. ampia e comprovata esperienza pluriennale;
f. utilizzo di prodotti ecologici.

3. Il Comune di Pescara ha affidato il servizio di ripristino post incidente stradale a Sicurezza e Ambiente S.p.A. nel 2009, quando all’epoca era l’unica azienda a svolgere tale tipo di attività ed era l’unica in possesso di tutti i requisiti sopra riportati. Nel 2010, a seguito del buon esito della sperimentazione, gli allora Referenti di Sicurezza e Ambiente per il territorio abruzzese, il dott. Iano Santoro e il sig. Alessio Procida proposero all’Amministrazione di Pescara l’affidamento definitivo del servizio attraverso la modalità di selezione più ampia e trasparente: il mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (procedura telematica Consip). La presenza sul MEPA è indice di garanzia per l’Amministrazione, solo le Aziende in possesso di determinati requisiti possono essere individuate ed abilitate tramite tale sistema. Sicurezza e Ambiente, oltre che essere in possesso di tutte le iscrizioni, abilitazioni e certificazioni richieste dal MEPA, anche al momento dell’affidamento era l’unica azienda in possesso di tutti i requisiti sopra riportati per la quale era possibile procedere ad un affidamento diretto.

4. In sinergia con le principali Compagnie Assicurative, Sicurezza e Ambiente ha inoltre ideato e realizzato un’ulteriore attività connessa al post incidente stradale, il Servizio Trasparenza, ovvero la registrazione attraverso report fotografici e moduli elettronici del teatro del sinistro nell’immediato post incidente. Un’attività questa, dalla forte rilevanza sociale, in quanto diretta al contrasto del fenomeno delle frodi assicurative. Il servizio non comporta alcun costo per i cittadini e per l’Amministrazione. Si tratta semplicemente di un’attività aggiuntiva al servizio di ripristino post incidente stradale, svolta a titolo gratuito per le Compagnie Assicurative e per la quale Sicurezza e Ambiente non viene in alcun modo remunerata. Sempre in merito a tale servizio, è bene sottolineare che Sicurezza e Ambiente è l’unica società del settore in possesso della certificazione ISO 27001:2005, titolo che attesta lo standard qualitativo del sistema informatico applicato per l’acquisizione, la registrazione e l’elaborazione dei dati relativi ad incidenti stradali, nel pieno rispetto della normativa sulla privacy .

5. Sicurezza e Ambiente è stata negli ultimi mesi più volte richiamata a concentrare la propria attività sulla Provincia di Pescara in virtù di alcune gravi situazioni verificatesi in diverse Amministrazioni comunali. Una neonata ditta locale, apparentemente dedicata al servizio di ripristino post incidente stradale ma priva delle autorizzazioni, iscrizioni e certificazione necessarie per Legge per la regolare esecuzione di tale attività, ha ricevuto da parte di alcune Amministrazioni Comunali del pescarese (Penne, Collecorvino, Martinsicuro, Bussi, Picciano, Scafa, Roccamorice, Castellalto, Manoppello) l’affidamento in via diretta del servizio in completo spregio alla normativa vigente. Questa problematica è stata anche oggetto di valutazione da parte della Prefettura di Pescara che ha appositamente richiamato l’attenzione delle Amministrazioni locali su tali procedure di affidamento. Auspichiamo che la vs. testata, con lo stesse interesse con cui ha seguito la vicenda del Comune di Pescara (che ha affidato il servizio in maniera trasparente e legittima), possa, con la medesima puntualità, dare cronaca anche di quanto accade in alcune Amministrazioni comunali e ai rapporti tra queste ultime e piccole ditte locali.
Sicurezza e Ambiente S.p.A. si è già riservata di intraprendere le dovute misure legali in merito all’intera questione.


DOVE SONO GLI ERRORI?
Nonostante una lettura reiterata non siamo riusciti a trovare gli errori commessi negli articoli intitolati “Incidenti stradali: il mistero della convenzione del Comune con la ditta privata” e “Illegittimo l’affidamento diretto a Sicurezza e Ambiente. La Giunta ci ricasca…” .
Prendiamo atto delle spiegazioni della società e delle accuse di affidamento illegittimo dei comuni citati.
Chi vorrà rileggere i nostri articoli si renderà conto che i punti analizzati e forse dolenti sono molti altri che rimangono senza risposta e che riguardano forse più l’amministrazione comunale. Sulla nota della prefettura che interviene in materia di stipula di contratti nei Comuni pure abbiamo detto, così come avevamo già fatto notare la posizione della società che si schiera contro gli affidamenti diretti a beneficio di ditte concorrenti.
Restiamo a disposizione di chi vorrà contribuire a fare ulteriore chiarezza sull’argomento.

a.b.