INIZIATIVE

Abruzzo/ Incentivi a chi sposta la residenza a Castellalto

Recepito decreto sviluppo, premi di cubature fino al 50%

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2238

Abruzzo/ Incentivi a chi sposta la residenza a Castellalto




CASTELLALTO. Nell’ultima seduta del consiglio comunale di Castellalto sono stati approvati importanti provvedimenti in materia di urbanistica.
E’ stata adottata la nuova normativa urbanistica del piano regolatore: «questo ci consentirà», spiega il sindaco Vincenzo Di Marco, «di apportare misure specifiche per favorire il recupero del patrimonio esistente e nel contempo valorizzare in un’ottica tutta turistica e di sostenibilità una differenziazione di usi nelle zone agricole (ostelli, bed and breakfast, country house, micro-ricettività ambientale, attività all'aperto etcc.) oltre che ad una puntuale e più attenta azione di qualificazione di spazi e luoghi pubblici riservati al verde pubblico e privato». 


E’ stata anche recepita nella stessa seduta la legge regionale 49/12, cosiddetto decreto sviluppo regionale, che consente di ottenere da subito premi di cubatura fino al 50% sul patrimonio esistente sia esso di natura residenziale che produttivo. «Sui premi di cubatura e cambi di destinazione d’uso di locali da destinare a prima casa saranno concessi incentivi economici notevoli», spiega Di Marco, «come da esempio quelli sulla prima abitazione che prevedono la completa esenzione del plusvalore. Poi via via sono state inserite delle agevolazioni da concedere in base alle fasce di reddito certificato ISEE». 


Altri incentivi sono stati previsti per chi recupera il patrimonio esistente e decide di spostare la propria residenza a Castellalto e a chi propone di interventi quali-quantitativamente sostenibili a livello ambientale. «L’Amministrazione Comunale con queste misure molto innovative», va avanti il sindaco, «ha portato a casa il compimento il primo step del programma elettorale, che punta nel quinquennio a trasformare l’approccio di programmazione e sviluppo territoriale, condividendo con un percorso di partecipazione inclusivo di tutte le componenti tecniche e imprenditoriali del territorio comunale. Possiamo dire che a Castellalto è iniziata la fase di Urbanistica 2.0, nuova nel merito e nel metodo che vuol far si che l’edilizia sia ancora un asse portante dell’economia comunale ma che si caratterizzi di più, dopo un grande e recente periodo di espansione del nuovo, nel recupero e nella valorizzazione dell’esistente avviando nel concreto il raggiungimento dell’obiettivo di consumo zero del territorio».