ANTENNE DRIZZATE

Abruzzo. Antenne San Silvestro, Regione conferma: va bene la piattaforma non San Silvestro

Compatibili 128 siti e la piattaforma off shore al largo di Francavilla. Approvata delibera di giunta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5110

Abruzzo. Antenne San Silvestro, Regione conferma: va bene la piattaforma non San Silvestro

 

 



PESCARA. San Silvestro non è più un sito idoneo ma le emittenti radio televisive hanno a disposizione altri 129 siti.
La Regione Abruzzo riconferma che per la delocalizzazione degli impianti di radiodiffusione sonora e visiva, attualmente ubicati a San Silvestro, è stata indicata la piattaforma off-shore di Francavilla al mare e 128 siti terrestri.
Lo afferma in una delibera approvata oggi la Giunta regionale su indicazione dell'assessore all'Ambiente, Mauro Di Dalmazio.
Nella sostanza la Giunta regionale prende atto delle risultanze tecniche del gruppo di lavoro che ha indicato "compatibili" 128 siti terrestri e la piattaforma off-shore di Francavilla al mare, facendo seguito nello specifico alle decisioni dell'AgCom del 2010 e del 2012 che aveva inserito rispettivamente i 128 siti terrestri e la piattaforma off-shore di Francavilla al mare nel Piano nazionale delle frequenze televisive per il Digitale terrestre. 


In questo senso, il gruppo di lavoro, costituito dalla Regione nell'aprile del 2012 e composto da rappresentanti del Ministero, dell'AgCom, dell'emittenza pubblica e privata e della Regione Abruzzo, ha accertato che non ci sono condizioni ostative per il trasferimento delle antenne dal sito di San Silvestro ai 128 siti o alla piattaforma off-shore proprio perché queste nuove localizzazioni hanno tutti i requisiti tecnici richiesti dalla legge nazionale.
Il gruppo di lavoro ha inoltre accertato che i 128 siti e la piattaforma off-shore hanno la compatibilità per quanto riguarda gli aspetti strutturali, tecnici e di manutenzione.
Intanto gli esponenti del comitato ‘No Elettrosmog’ hanno ripreso sabato lo sciopero della fame

per insistere sulla immediata delocalizzazione delle antenne.
Il sindaco nelle ultime ore ha confermato che per lo spostamento mancherebbe «molto poco» http://www.primadanoi.it/news/cronaca/541797/Abruzzo--San-Silvestro--ripreso.html ovvero la firma su un decreto ministeriale.
A giorni, inoltre, massimo quindici, è attesa la pronuncia del Tribunale amministrativo sui ricorsi delle emittenti che non vogliono lasciare la collina sebbene siano sprovvisti di autorizzazione.