L'INCHIESTA

Abruzzo. Ricostruzione L’Aquila, Gaetano Fontana indagato per corruzione: martedì interrogato dal pm

Dalla costola dell’inchiesta Caligola le accuse gravissime per l’ex Stm

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9785

Gaetano Fontana

Gaetano Fontana

 

 



L’AQUILA. Una accusa gravissima: corruzione.
Odiosa perché il tutto si sarebbe consumato nell’ambito della ricostruzione post terremoto de L’Aquila da parte del vertice della Struttura tecnica di missione, cioè la massima autorità in materia dopo il commissario straordinario.
Gaetano Fontana, martedì prossimo sarà a L’Aquila per rispondere alle domande del pm Antonietta Picardi nell’ambito dell’inchiesta “Caligola bis”. Secondo l’accusa avrebbe ottenuto utilità quando era a capo della Stm. L’indagine è ancora in corso e dalla procura non trapela di più.


Esattamente un anno fa le prime notizie del suo coinvolgimento, poi un lungo tira e molla che si concluse con le reiterate dimissioni presentate al commissario Chiodi, infine accettate. Chiodi le respinse una prima volta poi davanti alle evidenze (le perquisizioni effettuate dalla polizia e la consegna dell’avviso di garanzia) si vide costretto ad accettarle. Silenzio apparente per 12 mesi ed ora il colpo di scena.
Il pm dopo una lunga relazione della Squadra Mobile di Pescara diretta da Pierfrancesco Muriana ha ritenuto opportuno ascoltare il principale indagato affinchè spiegasse e fornisse le sue ragioni rispetto a fatti e prove pure trovate durante le perquisizioni.


Dietro i problemi giudiziari di Fontana diversi affidamenti diretti all’università di Camerino per la redazione dei piani di ricostruzione dei comuni minori.
La stranezza che colpì gli investigatori fu che la "Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria" della Università di Camerino, presieduta dall’architetto di Corropoli, Marco D’Annuntiis, era stata costituita a dicembre 2009 (8 mesi dopo il terremoto) ed è diventata operativa non prima di febbraio 2010, quasi un anno dopo il sisma.
Dietro questa operazione però vi sarebbero consulenze poi affidate al gruppo Ecosfera di Duilio Gruttadauria già finito agli arresti insieme a Lamberto Quarta (l’ex braccio destro di Del Turco e assunto un mese dopo l’arresto del 2008). Nella inchiesta principale figurano indagati anche la dirigente regionale Gianna Andreola, i vertici della ditta Cyborg, Corrado Troiano, nonchè Luciano D’Alfonso e il vice presidente della Regione, Alfredo Castiglione.
Ascoltando alcune telefonate gli investigatori furono incuriositi dal ruolo di tale “Gaetano” che avrebbe avuto conoscenze importanti a Roma. Dopo diverse verifiche e le risultanze delle perquisizioni la polizia ha individuato il personaggio misterioso proprio in Gaetano Fontana.


Fontana, dice l’accusa, avrebbe favorito Ecosfera di cui era socio proprietario Enrico De Nigris, numero due e vice dello stesso Fontana nella Struttura di missione.
I piani per la ricostruzione finiti sotto la lente della procura de L’Aquila sono quelli di Barete, Barisciano, Tempera, Ocre che hanno scatenato anche qualche protesta ma che sono stati «benedetti» dallo stesso commissario Gianni Chiodi (non indagato) elogiando le amministrazioni che erano riuscite a bruciare i tempi.
Il primo a tagliare il traguardo per la presentazione dei piani di ricostruzione è stato il Comune di Bussi sul Tirino, che ha deliberato l'adozione del piano il 18 novembre 2011, seguito da Barete e Brittoli, rispettivamente il 30 novembre e oggi 2 dicembre 2011.


Con buona probabilità martedì Fontana si potrebbe avvalere della facoltà di non rispondere per diverse ragioni a quel punto la palla ritornerebbe alla procura.
Fontana agli inizi del 2000 è capo dipartimento del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti quando sottosegretario era Nino Sospiri, poi è diventato l’uomo di riferimento dei Giochi del Mediterraneo, commissario straordinario per Pescara 2009. Anche in quella occasione alcuni appalti sono stati affidati alla ditta Cyborg di Troiano. Dal 2009 è stato impegnato nella ricostruzione de L’Aquila del post terremoto a capo della Stm. 


Alessandro Biancardi