IL PROCESSO

Calcioscommesse, oggi parte il processo. Alla sbarra 33 tesserati

Tra gli imputati Gillet, Gazzi, Barreto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1648

Calcioscommesse, oggi parte il processo. Alla sbarra 33 tesserati




ROMA. Comincia oggi la nuova stagione dei processi al Calcioscommesse.
Ad inaugurare la terza estate consecutiva da trascorrere in tribunale sarà il procedimento sul filone d'inchiesta Bari-bis, ma ad oscurare l'orizzonte è quello relativo al filone di Cremona, che coinvolge anche il capitano della Lazio, Stefano Mauri. Intanto, oggi e domani alla sbarra, dinanzi alla Commissione Disciplinare, finiranno 33 tesserati e un club, il Bari: autori e complici, secondo l'accusa, nelle presunte combine di Bari-Treviso 0-1 (11 maggio 2008) e Salernitana-Bari 3-2 (23 maggio 2009).
Tra gli imputati più noti ci saranno il portiere del Torino, Jean Francois Gillet e i suoi compagni granata, Alessandro Gazzi e Paulo Vitor Barreto. Tutti dovranno rispondere dei loro trascorsi con la maglia dei biancorossi pugliesi, ma a temere di più è l'estremo difensore belga che, a 34 anni e con un deferimento per doppio illecito, rischia 4 anni di stop e di chiudere anzitempo la sua carriera.
Proprio per questo Gillet sarà oggi nell'aula allestita presso l'Hotel NH Vittorio Veneto di Roma. Con il suo avvocato Antonio D'Alesio, cercherà di parare le accuse del procuratore federale, Stefano Palazzi. Almeno inizialmente proverà ad ottenere il proscioglimento da ogni accusa e, se servirà, prenderà la parola davanti ai giudici di primo grado. 


Poi, in subordine, punterà alla derubricazione in doppia omessa denuncia: lo stesso capo d'imputazione di Gazzi, che rischia un anno di stop. Sei mesi, invece, Barreto, deferito soltanto per un'omessa denuncia. Gli altri imputati sono principalmente giocatori del Bari o ex. La società pugliese, coinvolta per responsabilità oggettiva, inizierà anche la prossima stagione con un handicap in classifica di almeno 4 punti (lo scorso anno ne patteggiò 5) e forse senza il capitano e bomber Francesco Caputo che, deferito per illecito, rischia 3 anni. Patteggeranno, invece, i 'pentiti' Andrea Masiello, Davide Lanzafame, Marco Esposito e Cristian Stellini. Ma quello che prenderà il via tra poco è soltanto un antipasto per la Corte presieduta da Sergio Artico che dovrebbe pronunciarsi presto anche sulle presunte combine di Lazio-Genoa e Lecce-Lazio del maggio 2011. I rumors in Procura Figc, infatti, si fanno sempre più insistenti: Palazzi potrebbe far scattare i nuovi deferimenti già entro fine mese.
L'intenzione sarebbe di arrivare a un giudizio prima dell'inizio della stagione (la Supercoppa tra Juve e Lazio del 18 agosto). Mauri rischia l'illecito, così come l'ex genoano Omar Milanetto. Potrebbero,invece, incappare in una penalizzazione Lazio e Genoa. Dopo quelle di Doni, Gervasoni, Carobbio e Conte anche questa estate si prospetta rovente.