L'INIZIATIVA

‘Ombrellone Sociale’ a Casalbordino: posti gratis in spiaggia

Un ombrellone per stabilimento a giugno e luglio

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2291

‘Ombrellone Sociale’ a Casalbordino: posti gratis in spiaggia




CASALBORDINO. In tempo di crisi le inizitive sono tante.
C’è l’ombrellone part time, quello condiviso e adesso anche quello ‘sociale’
L’associazione spontanea Donnedamare di Casalbordino, promuove insieme all’associazione Amare di Casalbordino un progetto che vuole aiutare le famiglie in difficoltà.
«Consapevoli che il mare è di tutti e del grave periodo di crisi che alcune famiglie più di altre stanno attraversando», spiegano le Donnedamare, Donne per l’impresa Balneare, «mettiamo a disposizione della comunità un ombrellone gratis a stabilimento nei mesi di giugno e luglio, week-end esclusi».
Al momento il lido di Casalbordino è l’unico in Abruzzo a garantire questa opportunità. Il comune da subito ha aderito all’iniziativa, in pratica si è attivata per gestire l’assegnazione privilegiando le categorie: disoccupati, disabili e anziani, tramite un avviso pubblico.


Il vicesindaco, delegato al turismo, Vincenzo Cocchino, spiega: «in questo momento di grande difficoltà economica, questa bella iniziativa si propone come un importante sostegno morale per le persone che si trovano in difficoltà, esprimo grande soddisfazione per l’idea e ringrazio i promotori del progetto».
La referente di Casalbordino di Donnedamare, Anna Falasca titolare dello stabilimento Lido Nadia, racconta che a questa iniziativa seguirà il 10 luglio alle 10,30 la presentazione del libro , “Storie D’amare di Donnedamare”di Bettina Bolla, presidente nazionale dell’associazione Donnedamare . Il libro, conterrà le loro storie di donne che lavorano sul mare, un’introduzione alla Bolkestein per chi non sa ancora di che cosa si tratta, per informare le persone «sui reali problemi portati dall’errata applicazione della direttiva europea ai servizi del settore balneare».
Nicola Bussoli titolare dell’Hotel Calgary, presidente dell’associazione Amare, chiarisce che l’ adesione così allargata, testimonia la bontà dell’iniziativa, significa riservare attenzione a chi oggi non può fruire dei servizi balneari, la realizzazione pratica del progetto permetterà ai cittadini, scelti in accordo con i servizi sociali dell’ Amministrazione Comunale, di prenotare e fruire gratuitamente degli ombrelloni messi a disposizione dai bagni aderenti».