TABU'

Ortona, aperto l’accesso gratuito ai Ripari di Giobbe

Prossimo progetto aprire accesso dell’’acquabella’

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9083

RIPARI DI GIOBBE




ORTONA. E’ stato riaperto nei giorni scorsi l’accesso al mare in località Ripari di Giobbe.
Inoltre è stato sistemato l’accesso al mare in località ”Ferruccio”.
Due importanti risultati che la città ha apprezzato tantissimo perché richiesti da lungo tempo.
La riapertura di Ripari di Giobbe dopo oltre dieci anni, è stato accolto con piacere anche dai tantissimi turisti che cercano località amene come la spiaggetta che è stata la meta, negli anni scorsi, di tantissimi visitatori della città di Ortona.
«Un ruolo fondamentale per concretizzare questi due importanti risultati», svelano dal Comune, «l’hanno avuto il consigliere appositamente delegato, Enzo Tucci ed il capogruppo del Pd, Tommaso Coletti».
I due consiglieri, con pazienza certosina, sin dall’insediamento della Giunta d’Ottavio, si sono dedicati a dare una risposta a due problemi molto sentiti dalla cittadinanza locale.
Il sindaco d’Ottavio, visibilmente soddisfatto per i risultati conseguiti, ha incaricato i due consiglieri di occuparsi anche della realizzazione dell’accesso al mare in un'altra località della costa ortonese: ”l’acquabella”.
«E’ intenzione dell’amministrazione comunale», dichiara il capogruppo del Pd, Tommaso Coletti, «realizzare il completamento della strada dell’acquabella fino all’omonima spiaggia».
«Nei prossimi giorni», prosegue Enzo Tucci, «inizieranno i lavori di sistemazione delle due frane sulla strada che porta nelle vicinanze della spiaggia e la stessa sarà fruibile sia dagli abitanti della zona che dai numerosi frequentatori della bellissima località».
«Nel contempo», conclude Coletti, «l’amministrazione comunale predisporrà il progetto di completamento della strada dal costo di circa 100.000 euro che, una volta realizzata, consentirà di arrivare con l’autovettura fino alla spiaggia».