RIFIUTI

Roseto, arriva la Tares. Sindaco: «importante che paghiate tutti»

«Necessario continuare a garantire servizi essenziali»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3089

Roseto, arriva la Tares. Sindaco: «importante che paghiate tutti»




ROSETO. Novità in materia di tributi ed entrate comunali.
Sono in arrivo per i contribuenti rosetani le cartelle relative alla tassa sui rifiuti e ingiunzioni di pagamento per Tosap, imposta comunale sulla pubblicità, Ici sulle aree edificabili e sanzioni amministrative, comprese quelle per contravvenzioni stradali.
«L’obiettivo – spiega il sindaco Pavone – è intanto quello di fornire ai cittadini le necessarie informazioni sulle ingiunzioni di pagamento in arrivo, in modo da arrecare il minor disagio possibile, tenuto conto anche della particolare situazione di crisi economica. A parte i pagamenti della tassa rifiuti, che riguardano l’anno corrente, si tratta principalmente di recuperi di somme relative ad anni pregressi, non pagate nei termini».

Un’attività di recupero sulla quale l’Ufficio Tributi dell’Ente dal 1° gennaio di quest’anno sta lavorando anche per consentire di ragionare su risorse certe per le future scelte, in un’ottica di riduzione dei tempi di riscossione. La Soget nel frattempo sta intensificando gli sforzi per riscuotere i circa 9 milioni di euro di crediti dell’Ente maturati al 31 dicembre 2012.
«Dobbiamo predisporre il bilancio di previsione 2013 – spiega l’assessore al Bilancio, Alfonso Montese – e naturalmente il flusso delle entrate può condizionare fortemente le scelte. L’auspicio è che si ripeta il meccanismo virtuoso già innescato con l’Imu, con i contribuenti che l’anno scorso hanno versato pressoché l’intero importo dovuto. Pagare tutti entro le scadenze di legge ci consentirà, infatti, una migliore programmazione delle attività dell’Ente e dei servizi per la collettività. Tra l’altro, grazie al Regolamento delle entrate di cui ci siamo dotati dal 2013, ci sarà una particolare attenzione nei confronti di famiglie ed imprese in sofferenza economica, con la possibilità di una rateizzazione, anche molto lunga, fino a 72 rate, dei pagamenti dovuti e questo naturalmente a fronte di quelle situazioni di difficoltà oggettivamente documentate e riscontrabili».

La prima scadenza della tassa rifiuti 2013 arriverà ai contribuenti entro la fine del mese di giugno o nei primi giorni di luglio. La prima rata, pari al 50% dell’importo pagato lo scorso anno, sarà da versare subito; mentre la seconda rata, pari al 25% (sempre di quanto pagato lo scorso anno) sarà da versare entro il 31 di agosto. Chi vorrà pagare tutto insieme lo potrà fare subito. Entro il mese di ottobre arriveranno gli avvisi per il pagamento dell’ultima rata a saldo, ricalcolata sulla base della nuova Tares, secondo le indicazioni del Governo nazionale.

Per quanto riguarda le ingiunzioni di pagamento riferite ad imposte, tasse e contravvenzioni di anni passati a carico di chi non ha ancora pagato, il versamento è previsto entro il termine perentorio di 30 giorni a partire dal ricevimento dell’avviso.
«Le ingiunzioni – spiega il direttore di Ragioneria, Rosaria Ciancaione – riguardano, in particolare, un lavoro di recupero sulle annualità precedenti, che viene eseguito da anni di routine dall’ufficio Tributi. Da evidenziare che l’attività di recupero sull’Ici per le aree fabbricabili ha richiesto circa due anni di preparazione da parte dell’Ufficio Tecnico per permettere all’Ufficio Tributi di iniziare il lavoro, che ad oggi ha permesso di accertare risorse per oltre 2 milioni e 200mila euro».
«Per quanto riguarda le cartelle della tassa rifiuti - prosegue la dirigente –, i pagamenti avverranno tramite modelli F24, che invieremo intestati e precompilati e che potranno essere pagati dagli utenti in qualsiasi sportello bancario o postale, con un risparmio di 1 euro e 30 centesimi per ogni modulo e con la possibilità di rivolgersi a più sportelli sul territorio e non ad uno solo».
Per la massima chiarezza, le cartelle saranno accompagnate da una nota informativa.