ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Abruzzo/Elezioni Sulmona, Peppino Ranalli vola al 67,6%

Crolla l’affluenza alle urne

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3723

Abruzzo/Elezioni Sulmona, Peppino Ranalli vola al 67,6%

Peppino Ranalli




SULMONA. Si e' fermata al 44,78% l'affluenza alle urne nel turno di ballottaggio al Comune di Sulmona dove l'astensione, come previsto, si e' fatta sentire.
La citta' avra' tra un po' il suo nuovo sindaco. A sfidarsi Peppino Ranalli, del centrosinistra, che al primo turno aveva ottenuto il 32,77% e Luigi La Civita, del Pdl-Giovani Futuro, partito dal 13,45% dei consensi.
Al primo turno si erano recati al voto il 67,71% degli aventi diritto, rispetto al 77,22 del 2008. La Civita era andato al ballottaggio per l'esclusione della coalizione Sulmona Unita (26,99%) cui era stato impedito per legge (si profila un ricorso alla Corte Costituzionale) di accedere al secondo turno a causa della morte improvvisa del candidato sindaco Fulvio Di Benedetto.
Quattro liste su cinque di Sulmona Unita, l'esclusione e' del Psi che ha dato indicazioni per Ranalli, avevano dichiarato di astenersi dal voto.
La Civita ha potuto contare sull'appoggio del resto del centrodestra, ovvero Fratelli d'Italia e il Popolo di Sulmona che al primo turno avevano appoggiato il candidato sindaco Enea Di Ianni. Nessuna indicazione di voto dalla coalizione Sulmona Abruzzo. Ventisei le sezioni da scrutinare.
Dopo 13 sezioni scrutinate su 26 Ranalli è già in grande vantaggio con 3.292 voti (67,6%). La Civita, invece, ha guadagnato fino a questo momento 1.575 preferenze (32,3%)

RANALLI HA VINTO CON IL 66%

Peppino Ranalli è il nuovo sindaco di Sulmona con il 66% delle preferenze e ben 6.439 voti. Ha praticamente doppiato lo sfidante La Civita che si è fermato a 3.313 voti (33,9%): 
«Con la vittoria del sindaco Ranalli il centrosinistra dimostra di essere capace di superare le divisioni, di unire le forze e di battersi per il bene di una comunità», ha commentato il segretario regionale del Pd Silvio Paolucci. 
«Sulmona conoscerà i suoi giorni migliori: ora, con lo stesso spirito unitario e di apertura reale alla società, concentriamo le forze sulla vittoria alle elezioni regionali. In questa città non era facile vincere, eppure il risultato è stato eccezionale, così come abbiamo dimostrato di saper fare con le vittorie di L’Aquila, Avezzano, Montesilvano, Spoltore, Ortona, Francavilla, Lanciano, Vasto ed ora di Sulmona. La geografia politica dell’Abruzzo sta cambiando a partire proprio dalle città – sottolinea il segretario del Pd, che a Sulmona è stato anche commissario del circolo Pd – e con questa nuova forza che arriva dal basso, metteremo insieme le forze innovatrici della nostra regione per dare all’Abruzzo una nuova speranza».
«Auguri al nuovo sindaco», commenta la senatrice Stefania Pezzopane, «è un bellissimo risultato e ne sono lieta. Ci ho creduto fin dall'inizio e sono davvero entusiasta. Peppino e tutto il centrosinistra possono contare sul mio impegno e sul mio sostegno. Ci sarà molto da fare, Sulmona e' una città in grave sofferenza, ma Peppino e chi lo ha sostenuto hanno tutte le carte in  regola per farcela».
Peppino Ranalli è il nuovo sindaco di Sulmona con il 66% delle preferenze e ben 6.439 voti. Ha praticamente doppiato lo sfidante La Civita che si è fermato a 3.313 voti (33,9%): 
«Con la vittoria del sindaco Ranalli il centrosinistra dimostra di essere capace di superare le divisioni, di unire le forze e di battersi per il bene di una comunità», ha commentato il segretario regionale del Pd Silvio Paolucci. «Sulmona conoscerà i suoi giorni migliori: ora, con lo stesso spirito unitario e di apertura reale alla società, concentriamo le forze sulla vittoria alle elezioni regionali. In questa città non era facile vincere, eppure il risultato è stato eccezionale, così come abbiamo dimostrato di saper fare con le vittorie di L’Aquila, Avezzano, Montesilvano, Spoltore, Ortona, Francavilla, Lanciano, Vasto ed ora di Sulmona. La geografia politica dell’Abruzzo sta cambiando a partire proprio dalle città – sottolinea il segretario del Pd, che a Sulmona è stato anche commissario del circolo Pd – e con questa nuova forza che arriva dal basso, metteremo insieme le forze innovatrici della nostra regione per dare all’Abruzzo una nuova speranza».«Auguri al nuovo sindaco», commenta la senatrice Stefania Pezzopane, «è un bellissimo risultato e ne sono lieta. Ci ho creduto fin dall'inizio e sono davvero entusiasta. Peppino e tutto il centrosinistra possono contare sul mio impegno e sul mio sostegno. Ci sarà molto da fare, Sulmona e' una città in grave sofferenza, ma Peppino e chi lo ha sostenuto hanno tutte le carte in  regola per farcela».

«SUBITO AL LAVORO»

 «Ci aspettavamo questo risultato. Adesso bisogna lavorare da subito per governare la città. Domani mi riposo e dopodomani si comincia a lavorare. Incontrerò tutti i dipendenti del Comune per organizzare il lavoro». Sono le prime dichiarazioni del sindaco di Sulmona neoeletto, Peppino Ranalli. Sull'evento che ha funestato le amministrative, la morte del candidato Di Benedetto durante la campagna elettorale, Ranalli ha detto: «Siamo rimasti tutti scossi dalla morte di Fulvio Di Benedetto. Sarebbe stato più bello vincere con lui. Per quanto riguarda la legittimità della mia vittoria si è già espresso il Prefetto e per me le elezioni sono valide».

«Faccio i complimenti a Peppino al quale mi lega un'amicizia fraterna. Siamo cresciuti insieme, tant'é che sono stato io a fargli conoscere quella che è diventata poi sua moglie».

Così Luigi La Civita, candidato del centrodestra sconfitto al ballottaggio. Annuncia poi: «Sarò una minoranza costruttiva e collaborativa e tra i primi provvedimenti che porterò in consiglio comunale ci sarà quello della realizzazione dei distretti della cultura».