LAVORO IN CRISI

Sixty, da lunedì in banca i 700 euro della cassa integrazione

La Bcc Abruzzese risponde all’appello del Prefetto di Chieti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4527

Sixty, da lunedì in banca i 700 euro della cassa integrazione




CHIETI. Da lunedì i dipendenti Sixty potranno riscuotere la cassa integrazione.
La soluzione è stata trovata grazie ad  un accordo tra Sixty spa, Confindustria e Banca di Credito Cooperativo Abruzzese e consentirà l'erogazione agli oltre 360 lavoratori dipendenti dell'azienda che opera nel settore dell'abbigliamento di ottenere l'anticipazione del trattamento di cassa integrazione guadagni straordinaria per procedura concorsuale, in attesa della effettiva erogazione da parte dell'Inps.
 Sixty ad aprile scorso è stata ammessa al concordato preventivo dal Tribunale di Chieti che ha nominato due commissari giudiziali. L'accordo è stato illustrato ieri nel corso di una conferenza stampa svoltasi in prefettura a Chieti.
Per poter ottenere l' anticipazione, fino a 700 euro, i lavoratori dovranno aprire un conto corrente presso la Banca, ma i costi di gestione dei conti saranno sostenuti dal sistema Confindustria e da Crescent Hyde Park ovvero la nuova proprietà di Sixty.
Si tratta di circa 600-700 mila euro – anticipati dalla Bcc - che potranno dare una risposta importante all’emergenza occupazionale. Intanto in questi mesi ci saranno gli sviluppi del concordato chiesto al Tribunale, sul quale stanno lavorando i commissari giudiziali Lucio Raimondi e Pierluigi Pennetta, presente ieri in Prefettura (all’incontro è stata però notata l’assenza dei sindacati).
 
   «E’ il frutto della sinergia che c’è stata tra istituzioni, azienda e associazione industriali – ha spiegato il prefetto Fulvio Rocco de’ Marinis – si trattava di affrontare un’emergenza molto sentita dai dipendenti Sixty e debbo ringraziare la Bcc che ha subito accolto la richiesta di farsi carico del problema».
 E così nei prossimi giorni («lunedì, al massimo martedì: giusto il tempo per sistemare gli aspetti burocratici dei permessi, dell’antiriciclaggio ecc.» ha poi precisato Rocco Finocchio, direttore della banca affiancato dal responsabile dell’agenzia di Chieti scalo) i dipendenti che ne faranno richiesta direttamente in azienda con i moduli messi a disposizione, potranno aprire un conto e lì ricevere 700 euro ogni mese e per sei mesi .
«Grazie al prefetto per aver sbloccato questo problema difficilissimo della cig – ha chiarito Domenico Gentile, capo del personale Sixty – l’accordo è stato possibile anche per il fondo di garanzia messo a disposizione dalla Crescent Hyde park, la finanziaria panasiatica che è subentrata nella gestione dell’azienda, e con i costi che saranno sostenuti sia da Confindustria che dalla stessa Crescent».
Michele Borgia, presidente della Bcc, ha presentato questo intervento della sua banca come la risposta «alla percezione concreta della sofferenza del territorio» e l’intervento è stato rapido proprio perché «trattandosi di un istituto di credito a base mutualistica e con vocazione al sostegno dei cittadini di questo territorio, era naturale intervenire. Si tratta di una soluzione innovativa alla quale aggiungiamo pure un altro servizio: nella sede di Chieti scalo mettiamo a disposizione anche una consulenza per quei dipendenti che volessero intraprendere un’attività in proprio». 


Sebastiano Calella