POST TERREMOTO

Protezione civile, «Nemmeno una esercitazione a 1.513 giorni dal sisma»

Vittorini vuole sfiduciare Riga e lui replica: «è un ignorante»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5504

protezione civile




L’AQUILA. Il capogruppo in Consiglio comunale del movimento civico L'Aquila che vogliamo, Vincenzo Vittorini, ha depositato ieri mattina in municipio la mozione di sfiducia nei confronti dell'assessore alla Protezione Civile Roberto Riga.
La mozione - si legge nella nota di L'Aquila che vogliamo - è motivata dalla «inefficacia ed inefficienza dell'assessore relativamente alle attività di cui è responsabile in ragione della delega che detiene da due mandati».
Secondo Vittorini «come tutti i cittadini sanno», a 1513 giorni dal 6 aprile 2009 «questa città non ha mai eseguito la benché minima esercitazione di protezione civile, come prevedono invece tutti i piani di protezione civile degni di questo nome. Quello redatto dall'assessorato aquilano è invece, alla luce dei fatti, un piano solo teorico e alla luce del metodo internazionale di riferimento del tutto inadeguato e incompleto».

«E' inaccettabile», continua Vittorini, «che tutto quanto accaduto non ha portato l'assessorato della Protezione Civile dell'Aquila a ragionare in termini di prevenzione come ad esempio si fa in Giappone; così quella che sarebbe potuta diventare una città-simbolo, L'Aquila, è diventata emblema di inefficacia, inefficienza e incompetenza in tema di protezione civile comunale».

Il 30 maggio prossimo a Campotosto, a 45 chilometri dalla città monumento della necessità di prevenzione - ricorda il movimento - verrà ospitata, su iniziativa della ProCiv-Arci e con il patrocinio del Comune di Campotosto, la seconda grande esercitazione italiana di Protezione Civile che simulerà un terremoto di pari maginitudo rispetto a quello che ha colpito L'Aquila nel 2009.
«Questo evento», sottolinea Vittorini, «dimostra come volontariato e amministrazioni illuminate possono rendere concrete le esigenze di prevenzione e di sicurezza dei cittadini. Anche questo ha l'aria di essere l'ennesimo treno perso dall'assessorato del Capoluogo di regione. Questi in breve sono i motivi che ci hanno spinto a richiedere la mozione di sfiducia»


LA REPLICA DI RIGA
Ma l’assessore Riga non l’ha presa bene, e definisce Vittorini «ignorante», assicurando che la sua non è una offesa «bensì il participio presente del verbo ignorare».
Riga assicura che il Piano di Protezione Civile, «dal momento stesso che esiste da tempo, è stato già presentato alla stampa e comunicato alla popolazione: 30mila, le brochure distribuite tra scuole e luoghi di lavoro; adeguata, oltre che comprensibile anche dai bambini, le indicazioni delle aree di attesa ed accoglienza, ampliamente diffuse anche dai giornali, dal web e dalle televisioni; tempestivo, l’ inserimento del link del Piano di Protezione Civile nel sito del Comune dell’Aquila; svariate, le sollecitazioni ad organizzare esercitazioni, rivolte a tutte le scuole tramite lettera ai dirigenti scolastici e di circolo; molteplici, le attività di formazione con le associazioni di volontariato e ripetuti i messaggi su tutti gli organi di informazione».
L’assessore spiega anche che il Comune dell’Aquila è promotore «di un’importante esercitazione di Protezione Civile sul rischio sismico, idrogeologico, prove di affogamento e frane, organizzata insieme ai Comuni di Campotosto e Capestrano e che avrà luogo proprio a fine mese a Campotosto. Lo invito pertanto a partecipare.
Ignora altresì, perché forse non conosce la risposta, che mesi or sono ho inviato una lettera all’assessore regionale alla Protezione Civile Gianfranco Giuliante affinché, essendo la Regione soggetto promotore, organizzasse un’esercitazione nella Città dell’Aquila, rivolta alle scuole per una sorta di “ripasso” sulle già note disposizioni di Protezione Civile. Ma, in questo caso, Vittorini è giustificato perché la risposta non mi è ancora arrivata. In compenso il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli ha già dato il suo assenso a partecipare all’iniziativa».
Riga propone dunque a Vittorini di «istituire un bel gruppo di studio, così come da me proposto nella commissione consiliare competente e da lui prontamente snobbato, nonché di adeguare la sua preparazione a quella che dovrebbe essere consona ad un consigliere comunale. La Città dell’Aquila, infine, è una delle poche in Abruzzo ad avere un Piano di Protezione Civile».