SPOGLIO IN DIRETTA

Abruzzo. Elezioni Comunali, tutti i sindaci eletti

Affluenza al 69,9%

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

13573

SINDACI



ABRUZZO. Si sono chiusi alle 15 i seggi nei 28 Comuni abruzzesi che tra poche ore conosceranno i nomi dei nuovi sindaci e consiglieri comunali.
Affluenza in netto calo: persi 8 punti percentuali rispetto al turno precedente: il 69,6% di oggi è rimasto lontano dal 77,6% delle elezioni precedenti.
Nel Teramano il dato più elevato (72%; -9%). Nel Chietino quello più basso (62,7%; -6%).

FALLO: ELETTO ALFREDO PIERPAOLO SALERNO
Il primo sindaco eletto è Alfredo Pierpaolo Salerno della Lista Civica ‘Allora Fallo’ che ha ottenuto l’89,9% (71 voti) e guadagnato 4 seggi. Lo sfidante Luca Madonna con la Lista civica ‘Fallo Bene Comune’ si è fermato al 10,1% (8 voti) aggiudicandosi 2 voti. La percentuale di affluenza alle urne nel piccolo comune abruzzese è stata comunque molto bassa: appena il 34,2% contro il 39,4% del turno precedente. Tre le schede bianche, 3 quelle nulle.

BARETE
Sindaco eletto anche a Barete dove ha vinto Leonardo Gattuso con la lista civica 'Baretiamo' che si è imposta con il 71,45% e 328 voti. Suoi 4 seggi mentre la minoranza è costituita da due consiglieri di 'Rinascita e Trasparenza' capeggiata da Marino Cheli.

PIETRANICO
Francesco Del Biondo è il sindaco di Pietranico eletto con 254 voti capolista di "Uniti per rinascere" conil 69,2%. In minoranza c'è Paolo Filippo Nunzio Di Berardino con "insieme per Pietranico". Solo 3 voti per la lista di Angelo Spada.

ROCCAMORICE.
Il nuovo sindaco è Alessandro D'Ascanio della  lista "L'azione, libertà e progresso" eletto con 378 voti pari al 63,3%. Al suo gruppo vanno 4 seggi. In minoranza ci sarà Nicola Francesco Rosati di 'Impegno e concretezza' che si ferma al 36,1%. Tre voti in totale per le altre due liste "La nuova svolta" di Roberto Ricci e 'La novità' di Claudio Centofanti che prende un solo voto.

TURRIVALIGNANI
Luigi Canzano è sindaco eletto con 399 voti al primo turno pari al 64,6% con la sua lista "progetto per Turri".
Luca Smarrelli si ferma al 34,84% con "Avanti per Turri". Tre voti in totale per le liste "L'Alternativa" di Davide Arduini e "Sempre con Noi" di Marco D'Averio.

PIZZOFERRATO
Palmerino Fagnilli è il nuovo sindaco eletto con 513 voti e 65,6% di preferenze con la lista civica "Diamoci una mano". Tony Ragnelli sarà capogruppo di minoranza e conquista due seggi con la lista "Uniti per Pizzoferrato". 

SAN VALENTINO IN A.C.
Per 50 voti l'ormai ex sindaco Angelo D'Ottavio deve abbandonare lo scranno di primo cittadino in favore del consigliere regionale Antonio Saia (e' gia' stato primo cittadino per oltre venti anni) della lista "Obiettivi: solidarietà e sviluppo" che vince con 694 voti (51,71%) mentre lo sfidante rimane a quota 48,28%. Angelo D'Ottavio è assessore provinciale e di recente ha incassato una sfiducia che non ha trovato d'accordo i colleghi del Pdl.

CONTROGUERRA
Franco Carletta (Pd) e' il nuovo sindaco di Controguerra con oltre l'80 per cento delle preferenze espresse. Ingegnere di professione, Carletta ha surclassato l'avversario Piero Fioretti di area Pdl. Carletta era alla guida della lista civica "Insieme per Controguerra" mentre Fioretti della lista "Patto per Controguerra". Il neo sindaco ha totalizzato 1155 preferenze mentre il suo avversario 263. L'affluenza alle urne e' stata del 72,10 per cento contro l'86,60 del 2008.

IL RECORD DI CASTELLAFIUME
Ha avuto il 100% dei voti con 695 preferenze (annullate 21 schede e bianche 18): è forse un primato quello ottenuto dal sindaco di Castellafiume Domenico Mariani che con la lista civica "Insieme per il progresso" ha stabilito un primato. C'è da dire che la sua lista era l'unica a partecipare ma pare comunque che i suoi paesani gli riconoscano una certa bravura visto che comunque è andato a votare il 72,8%, ben oltre la media regionale.

FRISA
Rivince Rocco Di Battista con 643 voti (49,6%) con la lista "Frisa Unita". Alessandro Lanci si ferma al 28,1% con la lista "Frisa Cambia". Un seggio in consiglio viene conquistato anche da Romano Mattioli con la lista civica "Le ali con Frisa" con il 22,1%

PENNADOMO
Sindaco eletto Antonietta Passalacqua in Di Francesco 106 voti e 48,4% mentre Francesco Brignola si ferma al 41% con "Amicizia e Partecipazione". Nessun seggio per Domenico D'Angelo (23 voti) e Antonio D'Alimonte (nessun voto)

VILLA SANTA MARIA
Pino Finamore è il nuovo sindaco con 514 voti ed il 61% del gradimento. nFrancescopaolo falconio ottiene 323 voti (38,5%)

CASTILENTI
Lotta a quattro con tre liste che si attestano intorno al 20%. La spunta però "Primavera Politica" con il sindaco eletto Alberto Giuliani, 444 voti (40,4%).
Giuseppe Di Michele (Progetto per Castilenti innovativo) 224 voti (20,4%); Graziano Appicciutoli (Crescita globale) 223 voti (20,3%); Terigio Perrone (Sempre al tuo fianco) 206 voti (18,7%)

NOCCIANO
Lorenzo Mucci è il nuovo sindaco di Nocciano eletto con 658 voti (54,2%) lista  "Partecipa al cambiamento". Cento voti in meno per Marcello Luciano Giordano 555 voti (45,7%) con la lista civica "Patto per Nocciano"

CIVITELLA DEL TRONTO
Cristina Di Pietro è il nuovo sindaco di Civitella del Tronto. Ha ottenuto circa 1200 preferenze (sono ancora in corso i conteggi ufficiali) superando di circa 300 voti l'avversario Luca D'Alessio che aveva preso il suo posto nella giunta comunale dopo che la stessa Di Pietro aveva rotto i rapporti con il sindaco, da oggi ex, Gaetano Luca Ronchi. La Di Pietro era a capo della lista "Cittadini in Comune". A Civitella, per la prima volta, erano scese in lizza cinque liste civiche. Le altre erano "Impegno Civico" (Luca D'Alessio), "Inversione Di Rotta" (Giuseppe Zunica), Coraggio e Responsabilita' (Stefano Tucci), Movimento 5 Stelle (Miriam Chiodi). Tonfo dei grillini che hanno conquistato una manciata di preferenze.

NOTARESCO VINCE DI BONAVENTURA
A Notaresco (6.034 elettori) e' stato eletto sindaco Diego Di Bonaventura con 1.931 voti, pari al 43,3% e conquista 7 seggi in Consiglio comunale. La minoranza avrà invece 3 seggi, avendo ottenuto il 38,9% dei voti pari a 1.733 preferenze ottenute da Nicola Sposetti della lista ‘Insieme’. Ma la lista di Antonio Di Giulio che si ferma al 9,2%, peggio per la candidata Mariassunta Di Crescenzo del Movimento 5 Stelle che ha ottenuto appena 378 voti (8,4%).

ALBA ADRIATICA VA A TONIA PICCIONI
Il Pdl conquista le principali cittadine del Teramano. Ad Alba Adriatica (9.723 elettori) e' stata eletta sindaco Tonia Piccioni della lista civica vicina al Pdl "Movimento per Alba". Tonfo della lista di destra "Alba Dorata", debole risultato elettorale del M5S (i conteggi ufficiali sono ancora in corso).

AD ATRI RICONFERMATO ASTOLFI
Ad Atri (10.136 elettori) si conferma il primo cittadino uscente Gabriele Astolfi. Alto l'astensionismo. Affluenza in calo in tutti i comuni al voto con una media che oscilla fra il 3 e il 12 per cento rispetto al 2008.

SAN BENEDETTO DEI MARSI
Quirino D’Orazio della lista civica ‘Insieme si può’ è stato eletto sindaco con 1.430 voti (54,6%). Ottiene 5 seggi in Consiglio comunale. Due seggi vanno alla lista ‘Per progredire insieme’ di Paolo Di Cesare che si ferma a 1.187 voti (45,3%).

TORINO DI SANGRO

Silvana Priori è stata eletta sindaco con 1.115 voti pari al 53,5% con la lista ‘Rinnovamento democratico’ che ottiene 5 seggi. Lo sfidente Nicola D’Alterio si ferma al 46,4% con la lista ‘Siamo Torino’. In Consiglio avrà 2 seggi.

PIANELLA

Sandro Marinelli con 1.644 voti (31,3%) è il nuovo sindaco di Pianella della lista ‘Progetto Comune’ che batte per meno 0,2 punti percentuali (8 voti) la lista ‘Pianella amica’ di Gianni Filippone che si ferma al 31,1%. La lista di Alfonso Colliva (Pianella Unita) ha preso il 25,8% delle preferenze. Il Movimento 5 Stelle con il candidato sindaco Serena D’Incecco ottiene appena 611 voti, pari all’11,6%. In Consiglio comunale la maggioranza ha ottenuto 7 seggi, la minoranza si divide 3 seggi, di cui due vanno alla lista di Filippone e 1 a Colliva.

LORETO APRUTINO

Circa 40 voti di differenza consegnano Loreto al Partito Democratico di Gabriele Starinieri con 1.101 voti (22,7%). Ottiene 7 seggi. Alberto Cerretani ottiene 1.067 voti (22%) e 1 seggio.
Un seggio anche per il sindaco uscente, Remo Giovanetti, che ha preso 1.030 preferenze (21,3%). Un seggio anche alla lista ‘Iniziativa democratica’ di Claudio Buccella (14,7%). Nessun seggio per Emanuele Evangelista (667 voti) e Piero Vellante del Movimento 5 Stelle che si ferma a 253 voti (5,2%)

A BUSSI IL PD PERDE
A Bussi sul Tirino il sindaco scelto dagli elettori e' Salvatore Lagatta, della Lista Lavori@mo per Bussi (Rifondazione Comunista) che ha avuto la meglio sull'avversario per pochi voti. Ne ha riportati 951 (50,3%) contro i 938 (49,6%).
Il Partito Democratico che ha governato in Comune negli ultimi 8 anni con Marcello Chella e che aveva puntato su Luca Navarra (Bussi Moderna e Solidale) ha quindi perso Palazzo di Città. Quattro seggi vanno alla maggioranza e 2 all’opposizione.

ORICOLA
Antonio Paraninfi è il nuovo sindaco eletto con 443 voti (52,9%). Ottiene 4 seggi. Andrea Iadeluca, lista civica Futura 198 voti (22,6%), 1 seggio. Vincenzo Mini della lista ‘Oricola Camp’ ottiene un seggio con il 14,5%. Mario Prosperi si ferma al 9,8%.

CEPAGATTI, SCONFITTO MEDICO RADIATO PER DOPING NEL PESCARESE
 Vittoria del candidato del centrosinistra Sirena Rapattoni contro Carlo Santuccione, espressione di una lista civica nel comune della val Pescara.
Rapattoni ha riportato 3044 preferenze, mentre sono stati 2844 i voti dell'altro candidato sindaco. 535 le preferenze del candidato del Movimento 5 Stelle, Daniele Fiucci.
Santuccione, medico di base a Cepagatti con specializzazione nello sport, era balzato alle cronache per essere stato radiato dal Coni nel 2007 dopo le inchieste sul doping nel ciclismo che avevano coinvolto tra gli altri anche il corridore Danilo Di Luca. Nel 2004 Santuccione era stato arrestato nel corso dell'operazione dei Nas di Firenze 'Oil for drugs'. Di Luca è stato trovato positivo all'epo prima della partenza dell'ultimo Giro d'Italia e quindi escluso dalla corsa. Santuccione è stato fino al 2007 lo storico medico sportivo del corridore abruzzese. Nella scorsa legislatura di centrodestra è stato assessore all'urbanistica del comune pescarese.

SULMONA: SARA' BALLOTTAGGIO
Sarà ballottaggio a Sulmona tra i candidati Peppino Ranalli (30,4%) della lista civica ‘pronti per cambiare’ e Luigi La Civita del Popolo delle Libertà (10,5%). Ma la grande sorpresa di questa elezione è stato il risultato di Fulvio Di Benedetto, il candidato deceduto nel corso della campagna elettorale. Di Benedetto, infatti, e le 5 liste a lui collegate, hanno ottenuto il 25,7%. Ma il ballottaggio, come detto, dovrà affrontarlo il terzo candidato. Enea Di Ianni e le sue due liste (Fratelli d’Italia e il Popolo di Sulmona) si è fermato all’11,1%. Alessandro Lucci ha raccolto il 7,8%. Crollo del Movimento 5 Stelle: il candidato sindaco ottiene 526 voti (3,5%)

A SCANNO VINCE SPACONE

A Scanno il sindaco eletto è Pietro Spacone con 554 voti (42,7%), conquista 4 seggi. Gianfederico Pietrantoni con la lista Viè Nova ha ottenuto 269 voti (20,7%) conquista 1 seggio. Patrizio Giammarco della lista Obiettivo Scanno ottiene 220 voti (16,9%), anche per lui 1 seggio in Consiglio comunale. Bottino magro per Cesidio Giansante lista Scanno Domani (193 voti) e Francesco Ciccotti (59 voti). 

A CARSOLI HA VINTO D’ANTONIO

A Carsoli è stato eletto Domenico D’Antonio della lista ‘Costruiamo il futuro ora’. Ha ottenuto 1.70 voti (30,6%) e 7 seggi.  Settantuno voti in meno, invece, per Mario Mazzetti della lista Carsoli in Comune (28,6%). Daniele Imperiale si è fermato al 24,6% mentre Giampaolo Luigini al 15,9%. A tutti e 3 spetterà un seggio.