POLITICA

Emergenze ambientali, M5S diserta incontro pubblico: «c’è D’Alfonso, noi non partecipiamo»

«Presenza assolutamente fuori luogo, inopportuna e soprattutto ingiustificata»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4120

LUCIANO D'ALFONSO

Luciano D'Alfonso




PESCARA. Quella di oggi doveva essere una giornata di riflessione ma anche una giornata per fare il punto sui lavori portati avanti in questi primi 45 giorni di governo dai parlamentari abruzzesi.
Per questo Mario Sorgentone, Coordinatore Città Vivibile, aveva invitato questa mattina presso la sala figlia di Jorio della Provincia di Pescara i deputati Vittoria D’Incecco (Pd) e Gianluca Vacca (Movimento 5 Stelle).
«Durante l’ultima campagna elettorale», spiegava Sorgentone nell’invito, «abbiamo tenuto un incontro pubblico con i candidati di Pescara al parlamento. In quella occasione furono illustrate e discusse alcune emergenze ambientali, di grande importanza per la città di Pescara e l’area metropolitana, quali il porto, la filovia, la delocalizzazione delle antenne di S.Silvestro; la delocalizzazione del cementificio; le barriere architettoniche. Al fine di riprendere il cammino delle iniziative con i parlamentari eletti, è indetto un incontro pubblico».


Oltre a D’Incecco e Vacca, Sorgentone aveva invitato anche un altro esponente della politica abruzzese, l’ex sindaco di Pescara, Luciano D’Alfonso, che dopo la sentenza di assoluzione nell’ambito del processo Housework è tornato più attivo che mai. Domenica scorsa ha tenuto un incontro all’Aurum con il sindaco di Bari Michele Emiliano per parlare di cultura e opere pubbliche. Domani nei pressi del Ponte del Mare terrà un altro incontro-confronto «sulla potenza economica, culturale e sociale di una relazione non improvvisata tra mare Adriatico, regione Abruzzo e progetti di vita degli abruzzesi». Ci sarà anche Renato Soru. Insomma l’agenda dell’ex sindaco che adesso punta a diventare presidente della Regione è fitta come qualche anno fa.
Ma la presenza all’incontro sui temi ambientali non è andata giù al Movimento 5 Stelle tanto che Gianluca Vacca non si è presentato.
Poi su Facebook ha spiegato: ««avevamo risposto favorevolmente all’invito di Sorgentone, anche per fare il punto della situazione sulle iniziative parlamentari che stiamo portando avanti in particolare su San Silvestro e Strada Parco». Poi qualcosa è cambiato: «siamo venuti a conoscenza della presenza di Luciano D'Alfonso all'incontro, presenza assolutamente fuori luogo, inopportuna e soprattutto ingiustificata alla luce della sua non appartenenza a nessuno dei sopra citati comitati, né a nessun ente istituzionale. Il M5s quindi non si presterà all'ennesimo spot 'elettorale' che D'Alfonso ha programmato, con la complicità di amici e mezzi d'informazione molto attenti alle sue frequenti performance degli ultimi tempi».
Il Movimento 5 stelle mantiene dunque il suo atteggiamento critico nei confronti dell’ex primo cittadino. Già dopo l’assoluzione aveva chiesto a D’Alfonso di non ricandidarsi in quanto «le responsabilità politiche lasciano ancora troppi dubbi».
D’Alfonso rispose «ai ragazzi» del M5S stelle in una intervista tv: «apprezzo la trasparenza dell’intento. Altri me lo hanno impedito loro me lo invocano, in questo senso li avverto quasi come rispettosi».