MARE

Abruzzo. «L’88% della costa è balneabile»

Ecco i dati delle analisi dell’Arta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4210

Abruzzo. «L’88% della costa è balneabile»




ABRUZZO. Sono 123 i punti di campionamento che l'Arta monitora costantemente lungo i 126 chilometri di costa abruzzese per verificare la qualità delle acque di balneazione.
Gli esiti analitici dei prelievi effettuati per l'anno 2013 dicono che l'88 per cento è balneabile. Ben 84 punti, infatti, sono classificati di qualità eccellente, 10 di qualità buona e altrettanti di qualità sufficiente. I restanti punti non risultano attualmente balneabili, ma la situazione potrebbe ancora migliorare.
«La presenza dei batteri Escherichia coli e di enterococchi», spiega Giovanni Damiani, direttore tecnico dell’Arta, «è legata all’esistenza di scarichi diretti di fognature non depurate oppure scarichi mal depurati o mal disinfettati.
Il processo di disinfezione delle acque reflue è un trattamento finalizzato a ridurre la concentrazione di batteri, virus e parassiti potenzialmente pericolosi per la salute, ad un livello che assicuri un'adeguata sicurezza igienica delle acque. La disinfezione dei reflui è sempre necessaria per la prevenzione delle malattie e diventa fondamentale ed ineludibile soprattutto in situazioni in cui l’effluente contiene elevate quote di reflui provenienti da ospedali o cliniche».


I PUNTI CRITICI
I punti che non hanno superato le analisi: la zona antistante Fosso Vallelunga a Pescara; 100 metri a nord della Foce del Feltrino a San Vito Chietino; 50 metri a sud del Fosso Cintioni a San Vito Chietino, 200 metri a sud della foce del fiume Arielli ad Ortona; 400 metri a nord della foce del fiume Arielli ad Ortona; 350 metri a nord della foce del fiume Foro ad Ortona; 350 metri a sud della foce del fiume Foro ad Ortona; 200 metri a nord di Fosso Lebba a Vasto; 50 metri a sud di Fosso Cintioni a San Vito Chietino; 200 metri a sud della foce di Fosso Peticcio ad Ortona; 200 metri a nord della foce di Fosso Peticcio ad Ortona; la zona antistante Fosso San Lorenzo a Francavilla al Mare; 100 metri a sud della foce del fiume Vomano a Pineto; 300 metri a sud della foce del fiume Tordino a Roseto degli Abruzzi.
«E' bene ricordare», si legge in una nota dell’Arta, «che i giudizi positivi consentono semplicemente di affermare che al momento in corrispondenza dell'88 per cento dei punti di prelievo regionali è igienicamente sicuro fare il bagno: la legge sulla balneazione è sostanzialmente una legge "sanitaria" che non si occupa della condizione ecologica complessiva del mare e per determinare lo stato di salute complessivo del mare (o di un lago o di un tratto di fiume) sono richieste indagini ben più complesse».

+++L’ELENCO COMPLETO