PETROLIO A CASA NOSTRA

Trivelle in Abruzzo, Vacca (M5S): «Ombrina ha i giorni contati»

«Siamo fiduciosi, c’è anche Legnini»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5018

Trivelle in Abruzzo, Vacca (M5S): «Ombrina ha i giorni contati»

La raffineria galleggiante sovrapposta allo stadio Adriatico di Pescara




ABRUZZO. «Ombrina mare ha i giorni contati».
Lo annuncia sul suo profilo Facebook il deputato del M5S Gianluca Vacca.
Il parlamentare sostiene che «il megafono prodotto dal Movimento 5 stelle provoca i suoi effetti: l'opinione pubblica, le associazioni ambientaliste e gli enti locali sono riusciti ad amplificare le pressioni grazie ai portavoce nel Parlamento del Movimento 5 stelle. Dall'inizio della legislatura si sono rincorse le iniziative parlamentari per bloccare la petrolizzazione dell'Adriatico, resa possibile da forze politiche che ora si oppongono grazie all'approvazione del Decreto Sviluppo del governo Monti. In questa legislatura invece sono stati presentati disegni di legge, interrogazioni e mozioni sia alla Camera che al Senato anche da parte di parlamentari PD e PDL».
Solo il Movimento 5 stelle ha presentato 3 interrogazioni parlamentari, 2 disegni di legge (una alla Camera, primo firmatario Gianluca Vacca, e una al Senato, prima firmataria Enza Blundo) e oggi una mozione nella quale, alla luce delle innumerevoli iniziative parlamentari di quasi tutti i gruppi politici, si è chiesto un impegno immediato al Governo di assumere iniziative per bloccare il progetto di Ombrina mare e tutte le situazioni simili che sono diffuse lungo la costa italiana (sbloccate dalla sveltina del Decreto sviluppo).
«Auspichiamo un decreto legge, o una disposizione contenuta all'interno del Decreto 'omnibus' sul quale il Governo starebbe lavorando», spiega Vacca, «che modifichi la norma inserita dal Governo Monti da cui tutti si sono prontamente smarcati solo una volta emersa la notizia dello sblocco di Ombrina».
Il deputato del Movimento 5 Stelle si dice «estremamente fiducioso» che il Governo accolga l’ istanza «anche alla luce del fatto che uno dei disegni di legge volti a tale scopo è stato depositato dall'attuale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giovanni Legnini, il quale ha ripetutamente manifestato la sua intenzione di adoperarsi per bloccare Ombrina mare e tutte le situazioni simili che mettono a repentaglio le nostre coste».