IL FATTO

Raid nautico in nome di D’Annunzio: da Pescara a Gardone in motoscafo

La partenza è prevista domani mattina

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1896

Raid nautico in nome di D’Annunzio: da Pescara a Gardone in motoscafo






PESCARA. Saranno Michele Laganà, luogotenente della Tavola di Riccione e presidente dello Yacht Club Europa, e Francesco Di Filippo, presidente dell’Assonautica Italiana di Pescara, a ripetere dopo cinquant’anni, in occasione del 150° dalla nascita di Gabriele d’Annunzio, il Raid Nautico.
Partiranno sabato prossimo, 27 aprile, da Pescara per approdare, il prossimo 7 maggio, a Gardone Riviera, toccando, nel frattempo, 9 città dannunziane, nove tappe istituzionali. 


Un’impresa che nel 1963 fu realizzata dal maestro Luigi Baldacci e da Romano Di Bernardo, in occasione del centenario della nascita del Vate, con un motoscafo, il Mizar II di 4,70 metri, e che oggi invece verrà ripetuta in maniera altrettanto coraggiosa e ambiziosa con il motoscafo ‘Ghibli’, di 4,20 metri. E nell’approdo a Gardone, l’equipaggio pescarese verrà accolto dal presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, Giordano Bruno Guerri, al quale verrà consegnata un’ampolla contenente l’acqua prelevata dal pozzo di Casa d’Annunzio, a suggellare ulteriormente il gemellaggio simbolico tra Pescara e Gardone, ovvero tra le due ‘patrie’ del Vate.
«Questo evento», ha spiegato il sindaco Albore Mascia, «porterà il capoluogo adriatico in altre nove città italiane, alcune delle quali aderenti anche al Circuito Città dannunziane, che vede la presenza di Pescara, con la ripetizione di un’impresa coraggiosa, un raid nautico ispirato al carattere del Vate, al suo ‘osare’ sempre, un’impresa che permetterà alla nostra città di consegnare il suo messaggio di amicizia istituzionale in ogni centro urbano in cui l’equipaggio del Ghibli farà tappa».
L’impresa inizierà alle 10 con un passaggio di consegne simbolico tra l’equipaggio che fece l’impresa nel ’63 e il nuovo team e soprattutto con quella che abbiamo denominato ‘La Cerimonia dell’acqua’, ovvero la consegna di un’ampolla contenente l’acqua prelevata dal pozzo del cortile di Casa d’Annunzio, che sarà trasportata e consegnata al sindaco di Gardone Riviera per essere custodita presso il Vittoriale degli Italiani, dunque per un gemellaggio simbolico tra le due ‘patrie’ di d’Annunzio.
«L’idea è nata da molti mesi – ha ricordato l’assessore Porcaro – fino a quando ci siamo incontrati con due persone pronte a tentare l’impresa. E attorno all’evento abbiamo poi costruito una serie di iniziative che faranno da cornice alla Cerimonia dell’acqua e alla partenza del ‘Ghibli’». 


Sabato la giornata comincerà alle 10 nel fiume, dinanzi al Circolo Canottieri con la consegna simbolica del Ghibli da parte dell’equipaggio Di Bernardo-Baldacci all’equipaggio Laganà-Di Filippo; alle 10.15 ci sarà la Cerimonia dell’acqua con la consegna all’equipaggio del Ghibli dell’ampolla d’acqua prelevata dal pozzo del cortile di Casa d’Annunzio, ampolla che dovrà essere consegnata al sindaco di Gardone Riviera e custodita presso il Vittoriale; alle 11 è prevista la benedizione del Ghibli e dell’equipaggio da parte dell’Arcivescovo Monsignor Tommaso Valentinetti con la partenza della prima tappa con arrivo presso la banchina sud del Porto Turistico Marina di Pescara.
Nel frattempo, sempre alle 10, presso il Club Nautico partirà l’evento culturale ‘Aspettando il Ghibli’ con Susanna Costaglione che interpreterà la novella ‘Dalfino’ tratta da ‘Terra Vergine’ di d’Annunzio, accompagnata musicalmente dall’Associazione ‘Zampogne d’Abruzzo’. Quindi il maestro Baldacci racconterà l’impresa nautica del centenario, mentre ci sarà l’esposizione del mezzo di propulsione marino e subacqueo ‘Pneo’ ideato e realizzato da Alberto Baldacci, come omaggio al Vate. Alle 11.30 è previsto l’arrivo del Ghibli al Marina di Pescara con l’accoglienza da parte delle Autorità civili, militari e religiose: il Comandante della Direzione Marittima Luciano Pozzolano apporrà il timbro sul giornale di bordo; alle 11.45 il sindaco Albore Mascia consegnerà all’equipaggio gli omaggi destinati ai sindaci delle nove città-tappe del Raid; alle 12 è prevista la partenza del Ghibli per la seconda tappa Pescara-Porto San Giorgio. 


Le tappe successive saranno Ancona, Riccione, Ravenna, Comacchio, Ferrara, Mantova, Peschiera del Garda, dove, ovunque, ci sarà l’incontro con sindaci e Autorità e l’apposizione del timbro sul Giornale di Bordo. L’arrivo è previsto a Gardone Riviera il 7 maggio.
«Il Ghibli – ha spiegato Laganà – è un motoscafo del 1993 rimesso a nuovo grazie a un’opera di restauro importante, alimentato a benzina e Gpl e con il quale abbiamo deciso di ritentare l’impresa fatta, per la prima volta, cinquant’anni fa quando non c’erano neanche i porti».
«L’impresa non sarà certamente agevole, soprattutto quando entreremo nel Po – ha spiegato Di Filippo – ma abbiamo comunque deciso di tentare in nome di d’Annunzio che, tra i vari motti, chiese anche di essere seppellito alla foce del fiume Pescara ‘per non dormire mai’. E sarà possibile seguire l’impresa anche su Facebook per essere costantemente aggiornati».