TRUFFE

Abruzzo/Criminalità: in Abruzzo 1.451 veicoli fantasma

Intestazioni fittizie ad uso e consumo dei criminali

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2066

POLIZIA STRADALE





ABRUZZO. Tocca anche l'Abruzzo l'operazione "Ghost Car" della polizia stradale sul territorio nazionale contro il fenomeno dell'intestazione fittizia di 10 mila veicoli, radiati dalla circolazione.
Nella Regione Abruzzo sono state accertate 1.451 intestazioni fittizie con altrettanti infrazioni contestate al Codice della strada, per i quali è già stata avviata la procedura per la cancellazione d'ufficio dal Pubblico registro Automobilistico e dall'Archivio Nazionale dei veicoli.
Gli intestatari fittizi accertati tra le persone fisiche sono quattro, due dei quali residenti nel Frentano (S.V. Di 67 anni intestatario fittizio di 58 veicoli e S.C. Di 54 anni intestatario di altri 25 veicoli) ed uno residente nell'Aquilano (M.M. Di 45 anni intestatario fittizio di 47 veicoli). Tra le persone giuridiche risulta accertata l'intestazione fittizia di 1.321 veicoli da parte della A.M. & C. Di A.M. di 36 anni societa' fittiziamente creata - secondo gli investigatori - proprio per questi scopi illeciti, che risulta anche avere esportato all'estero con falsa documentazione 104 veicoli gia' sottoposti a fermi amministrativi, allo scopo di sottrarli alla confisca, procurando un danno all'Erario stimato in un milione e 300 mila euro.
Sempre secondo le indagini, molti mezzi sarebbero stati utilizzati nella regione Abruzzo, per commettere reati in quanto molti dei veicoli risultano in uso a persone note alle forze dell'ordine, di etnia rom e albanese con precedenti penali per rapina, furti in abitazione. Molti degli stessi veicoli risulta sprovvisti della copertura assicurativa.
L'attivita' operativa e' stata illustrata ieri nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il dirigente del Compartimento di polizia stradale dell'Abruzzo, Mario Nigro e dall'ispettore superiore Danilo Ciucci, responsabile della Sezione di polizia giudiziaria del Compartimento di polizia stradale Abruzzo.

10 MILA VEICOLI IN TUTTA ITALIA
In tutta Italia sono oltre diecimila le automobili fantasma in circolazione, nelle quali si nascondono criminali o persone che viaggiano in barba alle regole, come se le loro auto non esistessero. Ci sono 150mila veicoli sotto la lente di ingrandimento della polizia stradale, che ha intercettato circa 15mila veicoli intestati a persone morte, clochard o nomadi. La Stradale ne ha già radiate 10mila e sequestrate circa 5mila. I re dei prestanome erano un romeno di 26 anni, tuttora ricercato, che da solo aveva intestati 1.337 veicoli, ed un italiano di 33 anni (1.286 auto), arrestato a Milano.
Quest'ultimo avrebbe messo a disposizione le auto per alcuni ambienti di criminali extracomunitari che spacciavano droga o eseguivano furti. Dalle Ferrari alle Rolls Royce, passando per le Panda o i veicoli commerciali, i mezzi venivano intestati a 230 prestanome finora accertati, che permettevano a migliaia di persone di circolare senza poter essere individuate. Lo scopo era eludere i controlli delle forze dell'ordine, commettere reati o semplicemente non pagare i pedaggi autostradali o le contravvenzioni. In particolare, sono 10.892 le intestazioni fittizie accertate, che hanno permesso di radiare altrettanti veicoli, oltre ai 4.079 già posti sotto sequestro. Gli utilizzatori identificati al momento sono 527 mentre sono 230 i falsi intestatari.