SANITA'

L’Agenzia sanitaria cambia il vertice: arriva Amedeo Budassi

Il commissario Muraglia sostituito in silenzio, nonostante il suo impegno

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3448

Amedeo Budassi

Amedeo Budassi




ABRUZZO. Amedeo Budassi, già direttore sanitario della Asl di Chieti, è da oggi il nuovo responsabile dell’Agenzia sanitaria regionale.
Succede ad Angelo Muraglia, il cui comando come commissario scadeva il 30 aprile e non poteva essere rinnovato. O almeno questa è la spiegazione ufficiale. Di fatto si premia l’ex direttore della Asl di Chieti, la cui professionalità ed esperienza non sono in discussione, ma che il manager Francesco Zavattaro non aveva voluto riconfermare per qualche no di troppo che Budassi avrebbe detto. La notizia era sussurrata da circa 15 giorni, ma di questa nomina il commissario in carica non sarebbe stato avvisato pur avendo chiesto lumi alla direzione sanità dell’assessorato, alla segreteria della presidenza ed allo stesso commissario Chiodi.
Solo giovedì mattina, all’ennesima sollecitazione, il direttore dell’assessorato Maria Crocco ha confermato la sostituzione da oggi, proprio per non far trovare a Muraglia la poltrona occupata da Budassi. Era, infatti, assolutamente necessario che prendesse servizio oggi in quanto sta per superare la soglia dei 65 anni, data limite per il conferimento di questi incarichi. In realtà il regista dell’operazione sembra essere stato l’ex assessore ed attuale capogruppo del Pdl Lanfranco Venturoni, stesso sindacato (Anaao) di appartenenza di Budassi. 


Raggiunto telefonicamente 15 giorni fa, Venturoni confermò che c’era questa intenzione, «ma che fino ad ora non era stata firmata nessuna delibera», dichiarò interrompendo per un attimo i lavori agricoli a cui si dedica con passione. Nei giorni successivi Muraglia ha continuato il suo lavoro, peraltro molto apprezzato, ma da oggi in ufficio lavorerà Amedeo Budassi che alle spalle ha un lungo curriculum di cariche dirigenziali, dalla Asl di Teramo a quella di Chieti e che stamattina mentre scriviamo ha già convocato un incontro con il personale.
Il lavoro che lo attende non è facile, perché Angelo Muraglia nei due anni di commissariamento è riuscito a dare impulso all’Agenzia sanitaria, pubblicando una serie di Report sui problemi più importanti della sanità regionale. Questi dati, tra l’altro, sono stati alla base dei decreti del commissario Chiodi e del sub commissario Giuseppe Zuccatelli, ai quali serviva un riscontro statistico realistico ed aggiornato. Vedi - tra gli ultimi – il Report sulla rete dell’emergenza urgenza, pure questo pubblicato sul sito istituzionale dell’Agenzia. Muraglia non ha commentato, anche se è sembrato amareggiato per il modo in cui è stata gestita la sua successione.


Sebastiano Calella