ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Montesilvano, Movimento 5 Stelle esce dal Consiglio comunale

Consiglio di Stato dà ragione a Silli

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3858

Montesilvano, Movimento 5 Stelle esce dal Consiglio comunale

Grillo e Anelli




MONTESILVANO. Il Consiglio di Stato si è espresso in merito al ricorso presentato da Lorenzo Silli.
Dopo 10 mesi per la legge di governabilità balla ancora un seggio, quello del MoVimento 5 Stelle che esce ufficialmente dal Consiglio comunale di Montesilvano.
Questo seggio va alla minoranza o all'opposizione? Il Tar Abruzzo ha detto che spetta all'opposizione, dunque in Consiglio nei mesi scorsi era entrato il rappresentante del M5S. Ora il Consiglio di Stato sostiene che spetti alla maggioranza, dunque via libera a Silli.
Il Consiglio comunale ha vissuto nell’incertezza per 10 mesi ma adesso la questione è definitivamente chiusa.
Il dubbio è sorto proprio poche ore dopo lo spoglio elettorale quando si è contestata la decisione dell’ Ufficio centrale di assegnare 15 consiglieri alla maggioranza e 9 alla minoranza sulla base di alcuni principi tra i quali quello dell’invalicabilità del 60 % del premio di maggioranza.
«Il MoVimento 5 Stelle», commenta l’ex consigliere Manuel Anelli, «esce dal Consiglio Comunale di Montesilvano dalla porta principale, a testa alta e con tante soddisfazioni ottenute nei 10 mesi di consiliatura ed un consenso granitico che ci ha portati ad essere il primo partito di Montesilvano staccando di oltre 12 punti percentuali il PDL. 10.500 voti alle ultime amministrative non sono pochi e considerando che risulti essere uno dei risultati più alti della regione Abruzzo significa che noi abbiamo agito e ci siamo mossi bene e la cittadinanza condivide quello che nel piccolo facciamo».

Anelli ricorda che nel tempo in cui è stato in Consiglio «abbiamo ottenuto tantissimo: «dall'applicazione Decoro Urbano all'impegno del completamento dell'impianto metanifero cittadino, dalla proposta passata in commissione per l'acqua come bene pubblico all'evento contro la mafia su Antonino Agostino, dalle nostre lotte sulla trasparenza ai nostri interventi in consiglio comunale in difesa degli interessi della cittadinanza, per terminare con i due esposti sul Palacongressi e sul bando della Refezione Scolastica. Abbiamo presentato 30 Interrogazioni e 20 Mozioni, scritte e concordate con i tanti, anzi tantissimi, cittadini che partecipano alle nostre assemblee settimanali. Da Marzo 2012 abbiamo raggiunto ad oggi le 72 assemblee cittadine pubbliche».
«E' stata un'esperienza strepitosa, davvero unica», continua Anelli. «Per questa traversata, di certo difficile per un ragazzo di 21 anni, devo ringraziare il gruppo degli attivisti di Montesilvano. Siete per me una seconda famiglia. Dico siete e non siete stati perchè non siamo finiti, siamo all'inizio della traversata. Montesilvano ha espresso un banco di prova: possiamo governare».

«Non possiamo non essere felici per la Sentenza giunta oggi dal Consiglio di Stato dopo l'uscita dal Consiglio per via del sentenza del TAR», commenta  Lorenzo Silli. «Siamo pronti a ripartire da dove ci eravamo fermati.  In questi mesi abbiamo vissuto la vita politica lontano dai banchi del Consiglio e questo ci e' servito a capire cose importanti e a guardare la politica dall'esterno. Tutto cio' ci ha portato a capire che non bisogna abbassare mai la testa e fossilizzarsi sulla vita Politica quando fuori dalle mura del Palazzo di Città ci sono persone che aspettano risposte chiare e concrete. In questi anni di attività, da parte della nostra organizzazione, per la nostra città di montesilvano abbiamo vissuto il territorio e portato risposte chiare e concrete alla cittadinanza. Vivere il territorio e dare risposte chiare e concrete saranno ideali e principi che continueremo a portare avanti. In questi mesi di assenza dal palazzo di città tante cose sono cambiate, le uniche cose rimaste salde ed invariate sono gli ideali e i valori. Ideali Valori fondamentali per il bene di tutti e per un chiaro e concreto cambiamento».
«Non possiamo non essere felici per la Sentenza giunta oggi dal Consiglio di Stato dopo l'uscita dal Consiglio per via del sentenza del TAR», commenta  Lorenzo Silli. «Siamo pronti a ripartire da dove ci eravamo fermati.  In questi mesi abbiamo vissuto la vita politica lontano dai banchi del Consiglio e questo ci e' servito a capire cose importanti e a guardare la politica dall'esterno. Tutto cio' ci ha portato a capire che non bisogna abbassare mai la testa e fossilizzarsi sulla vita Politica quando fuori dalle mura del Palazzo di Città ci sono persone che aspettano risposte chiare e concrete. In questi anni di attività, da parte della nostra organizzazione, per la nostra città di montesilvano abbiamo vissuto il territorio e portato risposte chiare e concrete alla cittadinanza. Vivere il territorio e dare risposte chiare e concrete saranno ideali e principi che continueremo a portare avanti. In questi mesi di assenza dal palazzo di città tante cose sono cambiate, le uniche cose rimaste salde ed invariate sono gli ideali e i valori. Ideali Valori fondamentali per il bene di tutti e per un chiaro e concreto cambiamento».